Certificato del Casellario Giudiziale a Imperia

Il tuo problema è come richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale alla Procura di Imperia? Allora mettiti comodo e continua a leggere perché in questo articolo ti forniamo tutte le informazioni che servono per ottenere questo documento presso la Procura della città ligure.

Prima, però, che ne dici di vedere insieme cosa sia, esattamente, il Certificato del Casellario Giudiziale e quale sia l’organo incaricato del suo rilascio? Sì? Dunque partiamo subito!

1) Cos’è e dove si richiede il Certificato del Casellario Giudiziale

Il Certificato del Casellario Giudiziale non è altro che un documento che elenca, al suo interno, la maggior parte delle iscrizioni a carico del richiedente, in materia penale, civile e amministrativa

Per i cittadini italiani, il Certificato del Casellario contiene anche l’attestazione relativa alla sussistenza o meno di iscrizioni all’interno del Casellario Giudiziale Europeo; non sono, invece, presenti le iscrizioni escluse ai sensi dell’art.24 DPR 313/2002.

RICORDA!

Poiché in Italia è stato istituito un database unico centrale in cui confluiscono le informazioni archiviate presso tutti i Casellari Locali, gli utenti, italiani o stranieri, possono richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale all’Ufficio Locale del Casellario di qualsiasi Procura della Repubblica d’Italia, indipendentemente dal luogo di nascita e di residenza. 

2) Come fare richiesta del Certificato del Casellario Giudiziale all’Ufficio Locale del Casellario della Procura di Imperia

Puoi richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale, così come ogni altro documento rilasciato dalla Procura (ad esempio, il Certificato dei Carichi Pendenti) all’Ufficio Locale del Casellario che si trova al primo piano, stanza 259, del Tribunale di Via XXV Aprile, 67.

La richiesta può essere inoltrata:

1) Direttamente allo sportello dall’interessato o da un suo delegato;

2) Attraverso il servizio postale;

3) Tramite il servizio di prenotazione on line dei certificati, offerto dal Ministero della Giustizia.

Vediamo ora, di seguito, le diverse modalità di richiesta dei Certificati del Casellario Giudiziale ammesse dalla Procura della città ligure.

2.1) Richiesta allo sportello

Puoi richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale all’Ufficio Locale del Casellario della Procura di Imperia recandoti, previo appuntamento telefonico (tel. 0183/277416), allo sportello di Via XXV Aprile, 67, munito di marche da bollo e di tutta la documentazione necessaria.

RICORDA!

La domanda allo sportello può essere presentata anche da una da persona delegata dall’interessato; quest’ultimo dovrà, però, preoccuparsi di firmare personalmente l’istanza e l’atto di delega come previsto dai modelli predisposti e allegare, a questi ultimi, le fotocopie sia del proprio documento, sia di quello del delegato

I minorenni possono, invece, richiedere il documento tramite uno dei genitori o altro soggetto esercente la potestà genitoriale, mentre gli interdetti tramite il tutore munito del decreto di nomina.

2.2) Per posta

Ti è consentito richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale o qualsiasi altro documento rilasciato dalla Procura (compresa la Visura del Casellario Giudiziale) anche per posta.

In questo caso, i moduli, la fotocopia del documento e le marche da bollo necessarie dovranno essere inviati in busta chiusa all’indirizzo: UFFICIO LOCALE DEL CASELLARIO GIUDIZIALE DELLA PROCURA DI IMPERIA, VIA XXV APRILE, 67, 18100 IMPERIA (IM).

All’interno del plico bisogna inserire anche una busta vuota, già affrancata e con scritto, sul retro, l’indirizzo per la risposta; quanto richiesto ti sarà infatti inviato tramite servizio postale.

NOTA BENE!

La domanda del Certificato del Casellario Giudiziale per posta è ammessa anche per i detenuti e i ricoverati in comunità terapeutica, cui è consentita anche la richiesta tramite delegato.

2.3) Prenotazione on line

Puoi, infine, richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale utilizzando la piattaforma “Prenota Certificato” del Ministero Italiano della Giustizia.

In realtà, tale piattaforma è uno strumento che consente di prenotare on line il Certificato del Casellario Giudiziale o qualsiasi altro documento rilasciato dalla Procura di cui potresti aver bisogno, a patto che si provveda poi a ritirare di persona quanto richiesto.

Ecco qual è la procedura da seguire: 

1) Seleziona l’Ufficio Locale del Casellario presso cui intendi ritirare il documento (in questo caso, quello della Procura di Imperia);

2) Procedi con l’inserimento di tutte le informazioni necessarie, tra cui anche il tipo di certificato e il numero di copie richieste;

3) Dopo aver confermato la richiesta, attendi la ricezione sul tuo indirizzo di posta elettronica di un messaggio contenente il numero di prenotazione, necessario per il ritiro allo sportello del certificato richiesto.

RICORDA!

Il ritiro del certificato prenotato online può avvenire anche tramite delegato, munito di documento di identità e di una copia del documento di identità del richiedente, nonché del numero di prenotazione e del modulo per il conferimento della delega, debitamente compilato e firmato dell’interessato.

Tale opzione deve, però, essere indicata, all’interno dell’apposito campo, già al momento della prenotazione on line del certificato.

3) Documentazione necessaria

I documenti da esibire allo sportello o da inserire all’interno del plico, nel caso di richieste per posta, sono:

  • la carta d’identità, il passaporto o altro documento di riconoscimento valido (per gli stranieri, il permesso di soggiorno), in originale (nel caso di richieste di persona) oppure in copia (per le domande tramite servizio postale);
  • il modulo di richiesta, debitamente firmato e compilato;
  • le marche da bollo;
  • eventuale documentazione comprovante il possesso di requisiti per l’esenzione dal pagamento delle marche da bollo e/o dei diritti

Nel caso di richiesta o ritiro allo sportello tramite persona delegata, dovrai, inoltre, allegare alla richiesta:

NOTA BENE!

Ti consigliamo di scaricare i moduli necessari per la richiesta (modulo di richiesta e modulo per il conferimento della delega) tramite i link presenti in questo articolo, perché, altrove, potresti trovare modelli ormai obsoleti.

4) Costi

Per ciascun certificato richiesto sarà necessario versare:

  • 1 marca da bollo da 23,84 € (16,00 € + 7,84 €) per le richieste urgenti, con ritiro del certificato in giornata;

oppure

  • 1 marca da bollo da 19,92 € (16,00 € + 3,92 €) per le richieste non urgenti, con ritiro dopo tre giorni lavorativi dalla richiesta (tra le ore 8:30 e le ore 12:30).

Le marche per il bollo e i diritti dovranno essere acquistate prima di recarsi presso l’ufficio e consegnate al momento della domanda (nel caso di richieste allo sportello) oppure in occasione del ritiro (nel caso di prenotazioni on line). 

Nel caso di richieste per posta, le marche da bollo dovranno essere inserite all’interno della busta insieme al modulo di richiesta e alla busta vuota già affrancata per la risposta.

RICORDA!

Il pagamento del bollo e/o dei diritti di cancelleria non è dovuto in alcune circostanze: per esempio, qualora i certificati siano richiesti per pratiche di adozione e affidamento di minori, riparazione dell’errore giudiziario, controversie di lavoro, previdenza ed assistenza obbligatorie e così via.

5) Tempi di rilascio presso la Procura di Imperia

I tempi di rilascio previsti dall’Ufficio Locale del Casellario della Procura di Imperia sono i seguenti: 

  • nello stesso giorno della richiesta (sempre previo appuntamento), nel caso di richieste di certificati con urgenza;
  • dopo tre giorni lavorativi dalla richiesta, nel caso di richieste di certificati senza urgenza, sia online sia allo sportello, purché pervenute tra le ore 8:30 e le ore 12:30;
  • secondo le tempistiche del servizio postale, nel caso di richieste pervenute per posta.

6) Orari di apertura e altre informazioni utili riguardo l’Ufficio Locale del Casellario della Procura di Imperia

Qualora avessi difficoltà a raggiungere l’Ufficio Locale del Casellario della Procura di Imperia, puoi seguire le indicazioni fornite in questa mappa:

Lo sportello resta aperto il martedì, giovedì e venerdì, ad eccezione dei festivi, dalle ore 8:00 alle ore 13:00. 

Sia per la presentazione del documento sia per il suo ritiro è, comunque, indispensabile prendere appuntamento col personale dell’ufficio chiamando il numero 0183/277416.

7) Competenza territoriale della Procura di Imperia

I Comuni su cui è territorialmente competente il Tribunale di Imperia sono: Airole, Apricale, Aquila d’Arroscia, Armo, Aurigo, Badalucco, Bajardo, Bordighera, Borghetto d’Arroscia, Caravonica, Carpasio, Castel Vittorio, Borgomaro, Camporosso, Castellaro, Ceriana, Cervo, Cesio, Chiusanico, Chiusavecchia, Cipressa, Civezza, Cosio, d’Arroscia, Costarainera, Diano Arentino, Diano Castello, Diano Marina, Diano San Pietro, Dolceacqua, Dolcedo, Imperia, Isolabona, Lucinasco, Mendatica, Molini di Triora, Montalto Ligure, Montegrosso Pian Latte, Olivetta San Michele, Ospedaletti, Perinaldo, Pietrabruna Pieve di Teco, Pigna, Pompeiana, Pontedassio, Pornassio, Prelà, Ranzo, Rezzo, Riva Ligure, Rocchetta Nervina, San Bartolomeo al Mare, San Biagio della Cima, San Lorenzo al Mare, Sanremo, Santo Stefano al Mare, Seborga, Soldano, Taggia, Terzorio, Triora, Vallebona, Vallecrosia, Vasia, Ventimiglia, Vessalico, Villa Faraldi.

NOTA BENE!

Per i residenti in uno qualsiasi dei Comuni presenti in questo elenco, l’Ufficio Locale del Casellario probabilmente più vicino presso cui richiedere il Certificato del Casellario sarà proprio quello della Procura di Imperia. 

È comunque sempre possibile richiedere il Certificato del Casellario presso un’altra Procura, dal momento che il documento prodotto sarà esattamente lo stesso!

8) Apostille e legalizzazioni

Qualora dovessi autenticare il Certificato del Casellario Giudiziale richiesto allo sportello di Via XXV Aprile, 67 per presentarlo in un Paese straniero che abbia aderito alla Convenzione dell’Aja, dovrai richiedere alla Procura di Imperia che su tale atto sia posta una particolare attestazione, detta “Apostille”, il cui scopo è quello di attestare “la veridicità della firma e la qualità in cui il firmatario dell’atto ha agito o, se il caso lo richiede, l’identificazione del contrassegno o del timbro da cui tale atto è segnato”.

La legalizzazione con apostille del Certificato del Casellario o altro documento rilasciato dalla Procura deve essere richiesta dall’interessato o da un suo delegato provvisto di delega scritta e firmata dal delegante, sempre recandosi all’Ufficio Locale del Casellario, portando con sé l’atto in originale.

Non sono previste marche da bollo e l’atto apostillato sarà restituito allo sportello, previo appuntamento, trascorsi almeno cinque giorni lavorativi dal giorno del deposito della richiesta.

NOTA BENE!

Può capitare, non di rado, che il certificato del casellario vada presentato in un altro Paese Membro dell’Unione Europea. In tal caso, a meno che l’ente straniero destinatario abbia espressamente richiesto l’apostille, il casellario non va legalizzato o apostillato (in quanto esente ai sensi del Regolamento (UE) 2016/1191: puoi trovare qui una ottima sintesi di tale norma) ma a condizione che sia rilasciato a un cittadino italiano per un altro Paese Membro dell’UE.

9) Modulo Standard Multilingue

Hai bisogno di dimostrare a un ente pubblico di un altro Paese dell’Unione Europea che non hai precedenti penali? Quello che ti serve è il “Modulo Standard Multilingue” da allegare al Certificato del Casellario.

Ecco come puoi fare per ottenerlo: 

1) Richiedilo direttamente all’Ufficio del Casellario Giudiziale dove hai presentato la richiesta (in questo caso, quello di Imperia); 

2) Scaricalo dal portale europeo dedicato alla giustizia elettronica, selezionando l’Italia come Paese di rilascio e la lingua del Paese in cui devi presentare il documento.

10) Conclusioni

Il Certificato del Casellario Giudiziale può essere richiesto alla Procura di Imperia in tre modi:

1) Allo sportello dell’Ufficio Locale del Casellario Giudiziale della Procura di Imperia che si trova, al primo piano, stanza 259, del Tribunale di Via XXV Aprile, 67;

2) Per posta

3) On line utilizzando la piattaforma “Prenota Certificato” del Ministero della Giustizia.

Qualora nessuna di queste modalità fosse possibile, c’è comunque una quarta opzione: rivolgersi a un intermediario come MultiLex, società che si occupa di traduzioni, legalizzazioni (comprese quelle con “Apostille”) e disbrigo pratiche.

In questo caso, non dovrai far altro che firmare i moduli e inviarci una copia del tuo documento: saremo, infatti, noi a occuparci di tutto il resto e il documento ti sarà inviato comodamente a casa, una volta completata la procedura.

CONTATTACI!

Scrivici subito a info@multilex.it oppure compila l’apposito form: un nostro addetto ti contatterà quanto prima per fornirti tutte le informazioni del caso.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader