Estratto di matrimonio a Firenze

Non sai come richiedere l’estratto di matrimonio a Firenze? 

Abbiamo pensato di scrivere questa guida per te e siamo sicuri che, dopo la lettura di questo articolo, ti sarà tutto molto chiaro. Ma, se sai già di non aver modo di occuparti personalmente di questa pratica, puoi contattarci per un preventivo, saremo felici di aiutarti, eventualmente, anche per la legalizzazione in Prefettura e successiva traduzione legalizzata, certificata o giurata.

Inoltre, qualora a richiedere l’estratto non sia un privato ma uffici pubblici o gestori privati di pubblici servizi devi fornire un’autocertificazione.

1. Cos’è

L’estratto contiene, come il certificato di matrimonio, le informazioni legate alla cerimonia (data e luogo del rito) e i dati anagrafici dei coniugi ma, in aggiunta, raccoglie delle informazioni più specifiche, come ad esempio:

– il riconoscimento di figli nati prima dell’unione;

– il regime patrimoniale scelto;

– se c’è stata separazione o divorzio.

Ogni estratto di matrimonio ha una validità di 6 mesi dalla data del rilascio.

2. Chi può richiederlo

A Firenze, l’estratto di matrimonio può essere richiesto da uno degli intestatari dello stesso, ma anche da terzi muniti di delega: l’importante è che chi lo richiede e lo ritira sia in possesso di un documento di identità valido e che il matrimonio sia stato registrato nel Comune di Firenze.

3. Richiesta presso lo sportello

Per richiedere un estratto di matrimonio al Comune di Firenze puoi decidere di:

– prenotarlo al Contact Center 05505 e recarti presso il punto di ritiro (che ti verrà indicato dall’operatore al telefono) all’interno del Comune, il giorno dell’appuntamento. Il rilascio, in questo caso, è a vista;

– presentarti, senza appuntamento, presso il front-office dei Servizi Demografici a Palazzo Vecchio (piano terra), per il solo deposito dell’istanza, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 13:00, e il giovedì dalle ore 14:30 alle ore 17:00. In questo caso, il rilascio potrebbe essere in differita: sarà il funzionario a dirti quando ripassare.

Allo sportello, in entrambi i casi, devi mostrare: un documento di riconoscimento in qualità di richiedente (anche uno solo dei due coniugi) e il modulo di richiesta (compilato). Se devi richiedere l’estratto per terzi, porta una delega in carta semplice e, in questo caso, porta con te la copia del documento di riconoscimento del delegante.

Il rilascio, in ogni caso, è gratuito.

4. Richiesta per posta

Invia la tua richiesta all’indirizzo: “Comune di Firenze – Servizi Demografici – Archivio di Stato Civile – Palazzo Vecchio – Piazza della Signoria – 50122 Firenze“.

Componi un plico contenente:

– lettera di accompagnamento con indicazione dell’estratto richiesto;

– una busta da utilizzare per la risposta con l’indirizzo del destinatario. La busta va affrancata se la spedizione deve avvenire in Italia. In alternativa alla affrancatura, va inserito un coupon postale, se il documento deve essere spedito all’estero;

– la fotocopia del documento di identità del richiedente in corso di validità.

5. Richiesta tramite email o PEC

Semplice e facile: scrivi a certificati.stciv@comune.fi.it (email) oppure a annotazioni.statocivile@pec.comune.fi.it (PEC).

Indica le generalità di almeno uno degli intestatari dell’estratto, allega il modulo di richiesta compilato, copia del documento di riconoscimento degli intestatari (anche uno solo dei due coniugi) e dell’eventuale delegato.

Dopo 15 (massimo 30) giorni lavorativi riceverai l’estratto gratuitamente e firmato in digitale, nella casella di posta elettronica.

Speriamo davvero di averti reso tutto più facile. Vuoi affidarti ad un team di professionisti? Contattaci per un preventivo. Inoltre, noi ti consigliamo di consultare il nostro blog: oltre a trovare molti articoli su Firenze, potrai leggere articoli sempre aggiornati!

Valutazione di Google
5.0
Basato su 496 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 496 recensioni
×
js_loader