Certificato di matrimonio a Milano

Se ti è stato richiesto di presentare il tuo certificato di matrimonio e sei alla ricerca di una bussola per orientarti nel mare burrascoso della richiesta dei certificati anagrafici, questo articolo è il tuo porto sicuro. 

In questo articolo, infatti, cercheremo di spiegarti in modo esaustivo cosa sia il certificato di matrimonio, a cosa serva e, infine, come poterlo richiedere facilmente a Milano.

Se invece hai le idee chiare e desideri che qualcuno si occupi, al tuo posto, della richiesta e del ritiro del certificato, contattaci e saremo felici di aiutarti. Inoltre, potremo anche tradurre e legalizzare il documento per l’estero!

1. Cos’è

Per la legge, il matrimonio è prima di tutto un atto giuridico, che sancisce l’inizio di una comunione materiale e spirituale tra i coniugi.

Il certificato di matrimonio è il documento che certifica l’inizio di questa comunione. Al suo interno troverai riportati: i dati anagrafici tuoi e del tuo coniuge, la data e il luogo in cui è stato celebrato il matrimonio.

Il certificato di matrimonio ha una validità di 6 mesi dalla data del rilascio.

2. A cosa serve

Il certificato di matrimonio può esserti utile in caso volessi usufruire di determinati servizi offerti da privati, come l’accensione di mutui bancari.

Nel caso invece in cui tale certificato ti venga richiesto dalla Pubblica Amministrazione, però, sappi che sarà possibile per legge presentare un’autocertificazione. Per farlo, ti basterà scaricare il fac-simile qui, stamparlo e compilarlo e con pochissima fatica e senza nessun costo aggiuntivo avrai pronta la tua autocertificazione.

3. Chi può richiederlo

Possono richiedere il certificato di matrimonio tutti coloro che hanno scelto di celebrare un rito civile (ufficializzato da un rappresentante dello Stato) o uno di tipo concordatario (celebrato da un ministro del culto ma regolarmente trascritto nel Registro di Stato Civile). 

In Italia, infatti, i matrimoni celebrati con rito canonico non possono essere certificati dallo Stato, in quanto hanno valenza solo per la Chiesa.

Nel caso in cui tu abbia celebrato un matrimonio civile o concordatario, potrai procedere senza problemi alla richiesta del tuo certificato. Ma mi raccomando: dovrai presentare l’istanza solo presso l’Anagrafe del Comune dove è stato celebrato il matrimonio o, in alternativa, agli uffici del comune nel quale uno degli sposi aveva la residenza al momento del matrimonio.

Se il matrimonio è stato celebrato all’estero, ti basterà inoltrare la richiesta di certificazione all’Anagrafe del Comune presso cui è stato trascritto l’atto.

Potrai inoltrare la richiesta tu stesso, oppure dare la possibilità ad altri di farlo per te: per richiedere un qualsiasi certificato di matrimonio, infatti, basta conoscere i dati di riconoscimento di uno dei due coniugi.

4. Come richiederlo a Milano

Esistono molti modi in cui poter entrare in possesso del proprio certificato di matrimonio a Milano. Qui di seguito cercheremo di fornirti una panoramica il più possibile completa per aiutarti a scegliere il metodo a te più congeniale

4.1. Agli sportelli dell’Anagrafe di Milano

Il più classico dei metodi consiste nel recarsi fisicamente agli sportelli dell’Anagrafe di Milano.

Al link shorturl.at/fsuKS troverai una mappa di tutti gli uffici disponibili sul territorio milanese, così potrai scegliere quello a te più comodo.

L’accesso ai servizi di sportello è possibile solo tramite appuntamento da prendere on-line o telefonicamente, seguendo la procedura che vi illustreremo qui di seguito.

Se scegli di prenotare on-line, effettua il login su questa pagina con la tua identità digitale (SPID, CIE o CNS), dopodiché dovrai selezionare dal primo menù a tendina, in cui viene richiesto di indicare a quale servizio si vuole accedere, la voce “Anagrafe sportello” e dal secondo la voce “Sportello”. Verrai subito reindirizzato a una pagina in cui dovrai selezionare a quale fra le sedi dell’Anagrafe disseminate sul territorio vuoi inoltrare la tua richiesta.

Una volta selezionata la sede che preferisci, compariranno tutte le date e gli orari disponibili in cui ti sarà possibile prenotare il tuo appuntamento. Selezionane uno e il gioco è fatto!

Il giorno prefissato presentati allo sportello da te scelto con un tuo documento di identità se stai inoltrando la richiesta a tuo nome, oppure, in caso fossi stato delegato da qualcuno, con la fotocopia del suo documento di identità.

Se, in base alla destinazione d’uso, il certificato è in carta bollata dovrai preventivamente acquistare una marca da bollo da euro 16,00 che verrà apposta il giorno del rilascio.

Una volta avvenuto il riconoscimento, ti verrà consegnato il certificato di matrimonio.

Se vorrai, invece, procedere telefonicamente, basterà chiamare il numero 02.02.02 (attivo dal lunedì al sabato, dalle 08:00 alle 18:00) e fornire le informazioni richieste dall’operatore telefonico. Tieni a portata di mano il Codice Fiscale di uno dei due coniugi.

Attendi qualche minuto poiché è possibile che lascino la chiamata in attesa con una voce preregistrata che ti spiega come fare la richiesta on line. Ignora la registrazione e attendi di essere collegato a un operatore.

Verrà subito fissato il tuo appuntamento per il ritiro del tuo certificato di matrimonio, al quale dovrai presentarti con i documenti di identità in corso di validità (tuoi o del richiedente, in caso fossi stato delegato) e una marca da bollo di euro 16,00 (se il certificato fosse in carta bollata).

4.2. On-line sul sito del Comune di Milano

Se l’idea di perdere tempo fra prenotazioni on-line e code allo sportello ti scatena il male di vivere, nessun problema! Sai che è possibile richiedere il certificato di matrimonio anche in maniera completamente digitale, gratuita e praticamente istantanea?

Aprendo questa pagina, potrai accedere direttamente al servizio messo a disposizione dal Comune di Milano.

Dopo aver effettuato il login, come prima cosa ti verrà richiesto se stai procedendo alla richiesta del certificato per te stesso oppure no: in caso la risposta fosse negativa, ti si aprirà un form compilabile coi dati anagrafici della persona per cui stai inoltrando l’istanza; una volta riempiti i campi, clicca su “procedi”. Dal menù a tendina della pagina successiva potrai selezionare la voce “Anagrafico di matrimonio” e dovrai indicare nelle sezioni sottostanti se desideri il tuo certificato in carta da bollo o in carta libera, in base all’uso che intendi farne. Se è in bollo dovrai preventivamente comprare una marca da bollo di euro 16,00, se invece non è in bollo dovrai, dal menù a tendina, selezionare il motivo di esenzione e la destinazione d’uso. A questo punto, dovrai premere il tasto “CONFERMA” e scaricare il certificato sul tuo computer o richiederne l’invio per email, inserendo l’indirizzo email di destinazione. Infine, apponi la marca precedentemente acquistata sul certificato stampato.

Tutti i certificati emessi on-line hanno la stessa valenza di quelli emessi dall’ufficio competente (ovvero 6 mesi dalla data del rilascio) e non sono soggetti ai diritti di segreteria.

4.3. On-line sul sito dell'Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR)

Dal 15 novembre 2021, è possibile richiedere molti certificati anagrafici (tra cui quello di matrimonio) anche sul sito dell’ANPR.

La procedura è simile a quella proposta dal Comune di Milano ed è altrettanto veloce. Scopriamola insieme!

Per prima cosa, come sempre, dovrai effettuare l’accesso al sito dell’ANPR (che ti lasciamo qui per comodità) attraverso le tue credenziali digitali (SPID, CIE o CNS).

Un volta dentro, ti basterà selezionare la voce “Richiedi certificati” per poter procedere con la tua richiesta.

Anche in questo caso, dovrai indicare prima di tutto se richiedi il certificato di matrimonio per te stesso oppure per un altro componente della tua famiglia (in tal caso non preoccuparti, ti comparirà una tabella in cui dovrai semplicemente cliccare sul nome del tuo delegante e i suoi dati verranno automaticamente inseriti nel form), poi basterà selezionare il tipo di certificato per cui si sta facendo richiesta (nel nostro caso, quello anagrafico di matrimonio). Successivamente, dovrai selezionare dal menù a tendina il motivo per cui stai chiedendo il certificato in carta libera o cliccare la voce in bollo con esenzione di pagamento (fino al 31/12/2022). Infine, potrai scegliere la modalità di ricezione: potrai scaricarlo in PDF e stamparlo o richiedere di ricevere il certificato tramite  email (inserendo l’email di destinazione).

4.4. In tutti gli esercizi convenzionati (edicole, cartolibrerie, tabaccherie)

Molte edicole, tabaccherie e cartolibrerie fanno parte dell’iniziativa “Sportelli di quartiere” del Comune di Milano, il che vuol dire che potrai richiedere il tuo certificato in uno qualsiasi degli esercizi aderenti al progetto.

Se vuoi averne una panoramica completa, clicca qui e scorri la pagina finché non ti comparirà un menù a schede in cui potrai prendere visione di tutti gli esercizi aderenti con relativi indirizzi, cliccando sulla scheda “Edicole”, “Tabaccherie” o “Cartolibrerie”, a seconda delle tue esigenze.

Il costo dei certificati richiesti secondo questa modalità ammonta a € 2.

Ricorda che per poter procedere con l’istanza del documento ti verrà richiesto il codice fiscale di uno dei due coniugi.

4.5. Via e-mail

Esiste, inoltre, la possibilità di richiedere il tuo certificato di matrimonio anche via e-mail. Prima di tutto, scarica questo modulo e compilalo.

A questo punto, ti basterà allegare il modulo correttamente compilato e una fotocopia del documento d’identità del richiedente all’indirizzo mail: 020202@comune.milano.it.

Il certificato ti verrà inviato all’indirizzo email da te indicato sul modulo entro 7 giorni lavorativi.

Inoltre, se in base alla destinazione d’uso il certificato è soggetto all’imposta di bollo, dovrai apporre sullo stesso una marca da bollo di euro 16,00 nel giorno di emissione del certificato.

Questi erano tutti i modi che il Comune di Milano ti offre per ottenere il certificato di matrimonio. Ma possiamo fare anche di più e sollevarti da qualsiasi impegno burocratico: se lo desideri, potremo svolgere questa pratica per te. Non solo: possiamo anche tradurre e legalizzare il certificato se lo devi usare per l’estero.

Contattaci e un membro del nostro team penserà a tutto!

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader