Certificato storico di residenza al Comune di Asti

Se hai bisogno di richiedere il tuo certificato storico di residenza al Comune di Asti, devi assolutamente leggere questo articolo!

Possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione in Prefettura di Asti (che serve, in linea generale, per la presentazione del documento all’estero), nonché della successiva traduzione giurata, legalizzata o certificata.

Contattaci per un preventivo!

1. Cos’è

Il certificato storico di residenza attesta tutti gli indirizzi di residenza dell’intestatario del certificato presso il Comune dove avviene la richiesta.

Ricordati che, dalla data di emissione, la tua certificazione storica di residenza sarà valida per sei mesi e che, se richiesto dalle Pubbliche Amministrazioni o dai Gestori di Pubblici Servizi, deve essere sostituita da un’autocertificazione che puoi scaricare accedendo ai servizi del Comune di Asti ed effettuando il login con SPID, CIE, CNS. Una volta trovata l’autocertificazione di tuo interesse, stampala e compilala, in tutte le sue parti.

2. Richiesta presso lo sportello

L’accesso allo sportello del Comune di Asti è consentito previo appuntamento, prenotabile chiamando il numero 0141 399 111 (digita “1” per “Servizi Demografici” e poi “2” per “Ufficio Stato Civile”).

Porta con te: il  tuo documento di identità in qualità di intestatario del certificato e una marca da bollo da euro 16,00. Per alcuni usi (che trovi nell’allegato B del D.P.R. 642/1972), è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo.

Se devi richiederlo per terzi, porta anche questa delega accompagnata dalla copia del documento di riconoscimento del delegante e il tuo documento di riconoscimento in originale.

Presso il Comune di Asti il rilascio dei certificati è, generalmente, a vista.

3. Richiesta tramite PEC

Scrivi a protocollo.comuneasti@pec.it: indica le generalità dell’intestatario del certificato, allega una copia del suo documento di riconoscimento e questo modulo compilato.

Dopo 2/3 giorni lavorativi riceverai il certificato, firmato in digitale, nella casella di posta elettronica.

Per alcuni usi che trovi all’allegato B del D.P.R. 642/1972, è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo. In caso contrario, una volta scaricato e stampato il tuo documento, dovrai apporre una marca da bollo da euro 16,00.

4. Tramite posta ordinaria

Inserisci in un plico una busta preaffrancata di ritorno (indicando l’indirizzo al quale intendi ricevere il documento), il modulo compilato in tutte le sue parti, un tuo documento di riconoscimento e una marca da bollo da euro 16,00.

Ti ricordiamo che, per alcuni usi (che trovi all’allegato B del D.P.R. 642/1972), è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo. Quindi, in questo caso, non dovrai allegare alcuna marca da bollo.

Invia tutto a “Comune di Asti, Stato Civile, via Edmondo De Amicis, 8, CAP 14100”.

Per questa modalità di richiesta, non possiamo dirti con esattezza i tempi di consegna in quanto dipendono dal carico di lavoro delle poste.

Ti lasciamo i nostri contatti: saremo felici di aiutarti!

Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader