Estratto di Matrimonio al Comune di Pisa

Ecco a te una guida chiara e semplice per aiutarti nella richiesta dell’estratto di matrimonio al Comune di Pisa.

Contattaci: ti risponderà un membro del nostro team che, attraverso una consulenza del tutto gratuita, ti fornirà tutte le spiegazioni di cui hai bisogno!

Gli articoli che trovi sul nostro blog vengono aggiornati ogni sei mesi: consultalo!

Prima di iniziare, tieni a mente questa cosa: estratto di matrimonio, “riassunto dell’estratto di matrimonio” ed “estratto per riassunto dell’atto di matrimonio” indicano lo stesso tipo di documento!

1. L'estratto di Matrimonio

Come il certificato di matrimonio, questo documento, contiene le informazioni legate alla cerimonia (data e luogo del rito) e i dati anagrafici dei coniugi ma, in aggiunta, raccoglie ulteriori informazioni, come, ad esempio:

– il riconoscimento di figli nati prima del matrimonio;

– il regime patrimoniale scelto;

– se c’è stata separazione o divorzio.

L’estratto di matrimonio ha una validità di 6 mesi dalla data del rilascio.

Questo documento, quando richiesto dalle Pubbliche Amministrazioni o dai Gestori di Pubblici Servizi, deve essere sostituito da un’autocertificazione.

2. Richiesta allo sportello del Comune di Pisa

Al Comune di Pisa, per avanzare questo tipo di istanza, non occorre richiedere preventivamente un appuntamento. Puoi recarti presso lo sportello in via Battisti 51 oppure presso gli uffici decentrati (sul sito del Comune di Pisa trovi tutte le informazioni utili), nei giorni e orari di apertura al pubblico che sono: dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 12:30, e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 14:30 alle 16:30.

Una volta arrivato lì, dovrai mostrare un documento di riconoscimento in qualità di richiedente. Se devi richiedere l’estratto per terzi, porta una delega in carta semplice e, in questo caso, porta con te la copia del documento di riconoscimento del delegante (anche uno solo dei due coniugi).

Gli estratti vengono rilasciati a vista e, quelli di stato civile, come quello di matrimonio, sono sempre gratuiti!

Devi sapere che il Comune di Pisa dispone di un servizio attivo anche per i cittadini italiani residenti all’estero. Ti basterà scrivere a anagrafe-aire@comune.pisa.it oppure chiamare il numero +39 333 62 64 260, dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 10:30 oppure il numero del call center 800 98 12 12 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 16:00.

3. Richiesta tramite email o PEC

Se scegli di ricevere il tuo documento richiedendolo attraverso una email o PEC, devi sapere due cose. 

La prima è che dovrai attendere 30 giorni lavorativi per ricevere il documento; la seconda è che riceverai un documento firmato in digitale, che spesso non viene accettato all’estero (qualora dovessi presentarlo lì).

Scrivi a statocivile@comune.pisa.it (email) oppure a comune.pisa.statocivile@pec.it (PEC): indica le generalità di almeno uno degli intestatari dell’estratto, allega la copia del documento di riconoscimento dell’intestatario (anche uno solo dei due coniugi) e dell’eventuale delegato.

4. Tramite posta ordinaria

Componi un plico contenente:

– una lettera di presentazione indicante il tipo di estratto richiesto e i dati di almeno uno dei due coniugi;

– una busta affrancata da utilizzare per la risposta con l’indirizzo del destinatario;

– la fotocopia del documento di identità del richiedente in corso di validità.

Ora, invia il plico all’indirizzo: Comune di Pisa, Piazza XX Settembre, Ufficio Stato Civile, 56125 Pisa (PI).

In questo caso, non possiamo indicarti i tempi di ricezione (dipenderanno dal carico di lavoro di Poste italiane).

Contattaci per un preventivo: possiamo procedere per te anche all’eventuale legalizzazione in Prefettura e successiva traduzione giurata, legalizzata o certificata. La legalizzazione in Prefettura serve, generalmente, per la presentazione del documento all’estero.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader