Legalizzazione e apostille presso la Prefettura di Genova

Devi legalizzare o apostillare degli atti o documenti presso la Prefettura di Genova e hai difficoltà nel reperire informazioni utili per avanzare questa istanza?

Noi abbiamo raccolto tutte le domande e perplessità su questa procedura e abbiamo risposto ad ogni singola esigenza scrivendo questa guida.

Siamo sicuri che, anche solo leggendo queste righe ti sentirai autonomo nel gestire questa pratica ma, se così non fosse, contattaci. Penseremo noi a tutto.

Puoi anche prenotare una consulenza telefonica gratuita: gratuitamente, ti guideremo verso la scelta più adatta alle tue esigenze.

Inoltre, se ti serve altro, oltre agli articoli sulla città di Genova, il nostro consiglio è quello di consultare le guide del nostro blog. Siamo sicuri troverai quello che cerchi!

1. La legalizzazione e l’apostille

La legalizzazione consiste nell’attestazione della qualità legale del Pubblico Ufficiale che ha apposto la propria firma su un atto o documento, nonché dell’autenticità della firma stessa.

Per quanto riguarda gli atti e documenti formati o da valere negli Stati aderenti alla Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961, serve invece l’apposizione dell’apostille, che ha i medesimi effetti  della legalizzazione.

2. La competenza della Prefettura di Genova

La Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Genova legalizza e apostilla atti e documenti (da produrre in originale o copia conforme all’originale) come, per esempio, certificati di laurea, certificati anagrafici, estratti di stato civile: 

– formati in Italia da far valere all’estero;

– formati da una Rappresentanza Diplomatica o Consolare estera che si trovi nell’ambito del territorio di competenza della Prefettura di Genova, da far valere in Italia.

La legalizzazione e l’apostillazione degli atti firmati dai Notai, dai Funzionari di Cancelleria e dagli Ufficiali Giudiziari è di competenza della Procura della Repubblica di Genova, ove i firmatari rientrino nell’ambito di competenza di tale Procura.

3. Come fare richiesta

La Prefettura di Genova mette a disposizione due modalità di richiesta. Vediamole insieme.

3.1. Presso l’Ufficio legalizzazioni

L’Ufficio Legalizzazioni della Prefettura di Genova (al piano terra),  riceve il lunedì e il mercoledì, previo appuntamento.

Quindi, prima di recarti presso l’Ufficio, invia una email a urp.pref_genova@interno.it.

Nella email indica il tuo nome e cognome, un tuo recapito telefonico e allega la copia scansionata del documento che intendi far legalizzare o apostillare. Un addetto ti indicherà il giorno in cui dovrai recarti in Prefettura.

Nel giorno indicato, recati in Prefettura portando con te un tuo documento di riconoscimento e i documenti da legalizzare o apostillare e la marca da bollo da euro 16,00 (se necessaria). L’addetto ti indicherà il giorno per il ritiro.

Gli atti ed i documenti rilasciati da una Rappresentanza Diplomatica o Consolare presente in Italia, che devono valere in Italia, sono soggetti all’imposta di bollo (euro 16,00), salvo i casi previsti dalle convenzioni internazionali vigenti o formati da ambasciate e consolati di Paesi appartenenti all’Unione Europea.

Se dovessi, per svariati motivi, delegare un’altra persona, ricorda di far presentare al delegato una delega in carta semplice e la fotocopia del tuo e suo documento di riconoscimento.

3.2. Per Posta

Altra modalità di richiesta è quella tramite posta.

Dovrai inserire in una busta preaffrancata:

–  i documenti da legalizzare o apostillare;

– richiesta scritta su carta semplice, in cui occorre specificare nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e, ove sia un documento da far valere all’estero, anche il paese di destinazione;

– una busta già affrancata e indirizzata per la successiva spedizione;

– marca da bollo di euro 16,00 (se necessaria);

– francobollo di euro 1,90 per buste da 21 a 50 grammi;

– francobollo di euro 2,10 per buste da 50 a 100 grammi.

Invia tutto a Ufficio Legalizzazione – C/o Prefettura di Genova, Largo Eros Lanfranco 1, 16121 Genova.

Se gli atti e documenti devono essere spediti all’estero, la spedizione è a carico della Prefettura.

Per tale ultimo caso, i funzionari della Prefettura consigliano di mettersi dapprima in contatto con l’Ufficio tramite il centralino della Prefettura (010536019) o inviando una email a urp.pref_genova@interno.it.

Abbiamo finito! Ora non ti resta che decidere: vuoi fare tutto da solo o vuoi affidarti a dei professionisti del settore? Contattaci, se hai bisogno.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader