Certificato dei Carichi Pendenti a Trento

Se devi richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti presso la Procura di Trento, prima accertati che il tuo Comune di residenza rientri nell’ambito di sua competenza territoriale (vedi il paragrafo 3 di questa guida).

Infatti, rispetto al Certificato del Casellario Giudiziale, quello dei Carichi Pendenti deve essere richiesto all’Ufficio della Procura della Repubblica della circoscrizione di residenza del soggetto intestatario del certificato.

Se non vuoi o non puoi avanzare questo tipo di richiesta in autonomia, non esitare a contattarci!

Ti affideremo ad un membro del nostro team che, non solo richiederà al tuo posto questo certificato, ma, se necessario, provvederà anche all’eventuale traduzione e legalizzazione dello stesso.

NOTA  BENE!

Qualora volessi subito maggiori informazioni su come ottenere i Carichi Pendenti a Trento, usufruisci del nostro servizio di consulenza telefonica gratuita di 15 minuti.

Prenota subito la tua chiamata e un nostro addetto si metterà a tua disposizione per fornirti l’assistenza di cui hai bisogno!

1. Che cos’è il Certificato dei Carichi Pendenti?

Il Certificato dei Carichi Pendenti è un documento attestante alcuni dei procedimenti penali ancora in corso, a carico dell’intestatario del documento, e ha una validità di sei mesi dalla data del rilascio.

RICORDA!

Se ti è stato richiesto dalle Pubbliche Amministrazioni o da Gestori di Pubblici Servizi, devi presentare un’autocertificazione.

2. Come richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti a Trento?

 Il Casellario di Trento riceve sia previa prenotazione che non.

Se intendi effettuare la prenotazione, nella guida alla richiesta del Certificato del Casellario Giudiziale online, ti spieghiamo nel dettaglio come effettuare la prenotazione.

In ogni caso, l’Ufficio interessato è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 13:30

Quando dovrai ritirare il certificato dovrai recarti nella stanza n. 7, che si trova al piano terra (in fondo al corridoio a destra) della Procura della Repubblica di Trento.

Puoi ritirare il certificato trascorsi 2 giorni lavorativi per la richiesta con urgenza o trascorsi 5 giorni lavorativi per la richiesta senza urgenza.

Arrivato allo sportello, dovrai presentare la ricevuta di prenotazione rilasciata dal sistema (se hai prenotato online), il tuo documento di riconoscimento, una eventuale delega scritta in carta semplice, accompagnata dalla copia della carta d’identità sia del delegato che del delegante, e le marche da bollo.

Per ogni certificato richiesto, salvo qualora tu godessi del diritto all’esenzione parziale o totale delle spese amministrative, devi acquistare:

– una marca da bollo da 16,00 euro (ogni due pagine compresa la prima);

– una marca da 7,84 euro, se lo richiedi con urgenza;

– una marca da 3,92 euro, se lo richiedi senza urgenza.

Inoltre, su richiesta dell’interessato, per i certificati rilasciati dal Casellario, per le traduzioni asseverate dal Giudice di Pace e per i documenti redatti dai notai dell’Ordine di Trento è possibile annotare sulla documentazione originale la legalizzazione o l’apostilla. Il servizio è gratuito e il documento legalizzato o apostillato potrà essere ritirato dopo 7 giorni dalla richiesta.

Ti consigliamo la lettura del nostro articolo riguardante la richiesta della legalizzazione o apostille presso la Procura di Trento.

3. Richiesta tramite posta ordinaria

A trento puoi richiedere il certificato anche attraverso il servizio di Posta ordinaria.

Invia una busta pre affrancata con l’indirizzo di residenza del richiedente all’indirizzo Procura della Repubblica presso il tribunale di Trento, ufficio locale del casellario giudiziale, Largo Pigarelli n. 1 – 38122 trento (TN) contenente:

1) la stampa della prenotazione del certificato firmata (se hai prenotato il documento online);

2) copia di un documento d’identità comprensivo di residenza;

3) le marche da bollo necessarie (una da euro 16,00 e una da euro 3,92).

I tempi del rilascio dipenderanno dal servizio di Poste Italiane.

4. Competenza territoriale

La Procura di Trento è territorialmente competente sui seguenti Comuni: Albiano, Aldeno, Altavalle, Altopiano della Vigolana, Amblar – Don, Andalo, Baselga di Pine’, Bedollo, Bieno, Bleggio Superiore, Bocenago, Bondone, Borgo Chiese, Borgo D’Anaunia, Borgo Lares, Borgo Valsugana, Bresimo, Caderzone Terme, Calceranica al Lago, Caldes, Caldonazzo, Campitello di Fassa, Campodenno, Canal San Bovo, Canazei, Capriana, Carisolo, Carzano, Castel Condino, Castel Ivano, Castello Molina di Fiemme, Castello Tesino, Castelnuovo, Cavalese, Cavareno, Cavedago, Cavedine, Cavizzana, Cembra Lisignago, Cimone, Cinte Tesino, Cis, Civezzano, Cles, Comano Terme, Commezzadura, Conta’, Croviana, Dambel, Denno, Dimaro Folgarida, Fai della Paganella, Fiave’, Fierozzo, Fornace, Frassilongo, Garniga Terme, Giovo, Giustino, Grigno, Imer, Lavarone, Lavis, Levico Terme, Livo, Lona-Lases, Luserna, Madruzzo, Malè, Massimeno, Mazzin, Mezzana, Mezzano, Mezzocorona, Mezzolombardo, Moena, Molveno, Novaledo, Novella, Ospedaletto, Ossana, Palù del Fersina, Panchià, Peio, Pellizzano, Pelugo, Pergine Valsugana, Pieve di Bono-Prezzo, Pieve Tesino, Pinzolo, Porte di Rendena, Predaia, Predazzo, Predazzo, Primiero S.Martino diCastrozza, Rabbi, Romeno, Roncegno Terme, Ronchi Valsugana, Ronzone, Rovere’ della Luna, Ruffre’- Mendola, Rumo, Sagron Mis, Samone, San Giovanni di Fassa – Sen Jan, San Lorenzo Dorsino, San Michele a/A, Sant’Orsola Terme, Sanzeno, Sarnonico, Scurelle, Segonzano, Sella Giudicarie, Sfruz, Soraga, Sover, Spiazzo, Spormaggiore, Sporminore, Stenico, Storo, Strembo, Telve, Telve di Sopra, Tenna, Terre d’Adige, Terzolas, Tesero, Tione di Trento, Ton, Torcegno, Trento, Tre Ville, Valdaone, Vfloriana, Vallelaghi, Vermiglio, Vignola Falesina, Ville d’Anaunia, Ville di Fiemme, Ziano di Fiemme.

NOTA BENE!

Se risiedi in uno dei comuni elencati, l’Ufficio Locale del Casellario presso la Procura di Trento risulterà la scelta consigliata per richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti. Tuttavia, sei libero di presentare la richiesta anche altrove, ma in tal caso il documento che otterrai conterrà solo eventuali procedimenti iscritti presso il Tribunale dove hai fatto la richiesta.

5. Conclusioni

Grazie a questa guida, ora sarà sicuramente molto più facile richiedere da solo il Certificato dei Carichi Pendenti a Trento.

Qualora, però, avessi altri dubbi o domande, non esitare a richiedere una consulenza telefonica di 15 minuti. Non ti sarà addebitato alcun costo.

Ma c’è di più. Qualora non volessi occuparti personalmente della richiesta, può farlo per te il nostro team! Contattaci e penseremo noi a tutto.

CONTATTACI!

Scrivici a info@multilex.it o compila il modulo di contatto per avere ulteriori informazioni e/o conoscere modalità e costi della nostra intermediazione. 

Ti ricordiamo che possiamo anche occuparci della relativa traduzione e/o legalizzazione.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader