Certificato di Stato di famiglia a Palermo

Devi richiedere un certificato di Stato di famiglia a Palermo e non sai da dove cominciare? Inizia da questo articolo: procedendo nella lettura troverai un riassunto di tutte le modalità che il capoluogo siciliano ti offre per ottenere il tuo certificato.

Siamo sicuri che troverai quella più adatta a te, ma se non avevi messo in conto di dovertene occupare personalmente,contattaci per un preventivo. Possiamo provvedere anche all’eventuale traduzione giurata e legalizzazione in Prefettura!

Sul nostro blog trovi articoli aggiornati ogni sei mesi: consultalo!Abbiamo scritto moltissimi articoli su Palermo!

Inoltre, abbiamo attivato un servizio di consulenza telefonica gratuita, dovrai semplicemente prenotare una chiamata e noi ti guideremo verso la scelta più adatta alle tue esigenze.

1. Cos’è

Prima di tutto le presentazioni: che cos’è esattamente il certificato di Stato di Famiglia e perché potrebbe esserti richiesto?

Sostanzialmente, si tratta di un documento in cui vengono riportati tutti i dati anagrafici delle persone che risultano abitare allo stesso indirizzo di residenza dell’intestatario del certificato, al momento della richiesta.

In questo elenco possono comparire sia i componenti della famiglia anagrafica dell’interessato sia persone legate da semplice legame affettivo che convivono con lui. 

Proprio grazie a questa sua funzione “fotografica” questo certificato può servire per richiedere aiuti finanziari allo stato o alle banche o anche per la compilazione dell’ISEE e il conseguente calcolo delle tasse da versare.

Un caso a parte invece è rappresentato dalle Pubbliche Amministrazioni e dai gestori di pubblici servizi. A loro, per legge, devi autocertificare i fatti: a questo link trovi un fac simile da compilare (in fondo alla pagina trovi il file da scaricare). La tua autocertificazione avrà lo stesso valore legale del certificato.

2. Chi può richiederlo

Che lo si  voglia richiedere in qualità di richiedente oppure per conto terzi, ogni cittadino italiano può ottenere un certificato di Stato di famiglia.

A Palermo, infatti, le certificazioni anagrafiche di Residenza e Stato di Famiglia vengono rilasciate al diretto interessato o ad altra persona attraverso una semplice delega.

3. Come richiederlo a Palermo

Partendo dalle soluzioni digitali più innovative e arrivando fino al tradizionale sportello anagrafico, le alternative per richiedere un certificato di Stato di famiglia a Palermo non mancano.

Qui di seguito le passeremo in rassegna insieme, così da fornirti una panoramica delle procedure, dei costi relativi a ogni modalità di richiesta e renderti, così, più facile la scelta fra le varie possibilità.

3.1. On-line sul sito dell’ANPR

Come prima soluzione ci sentiamo di consigliarti la più semplice in assoluto: richiedere il tuo certificato on-line sul portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).

Questa soluzione rappresenta una novità, poiché è attiva solo dal 15 novembre 2021, ma ti assicura il download del certificato con una procedura davvero velocissima e in maniera completamente gratuita, il che non guasta.

Per richiedere il tuo certificato in questa modalità, come prima cosa effettua il login sulla pagina dell’ANPR con Spid, CIE o CNS e ti ritroverai nella tua area personale. Clicca su “Richiedi un certificato” e ti apparirà la lista dei certificati che ti sarà possibile richiedere in base alla tua situazione anagrafica.

Seleziona la voce “Certificato di Stato di famiglia” e clicca a fondo pagina su “Ottieni certificato” per scaricare il tuo documento in formato Pdf direttamente sul tuo computer.

Sul nostro blog trovi moltissimi articoli sulla procedura di richiesta di certificati online!

3.2. On-line sul sito del Comune

Ai cittadini inseriti nelle banche dati del Comune di Palermo è riservata una seconda opzione di rilascio on-line del proprio certificato: quella offerta dal sito del Comune.

Una volta  sulla pagina dedicata ai servizi demografici della città dovrai cliccare sulla voce “Certificazione”. Clicca su “Avanti” e vedrai che ti si aprirà una lista in cui vengono elencati tutti i tipi di certificati anagrafici che è possibile richiedere in questa modalità. Clicca su “Accedi” e procedi con il login sul portale del sito del Comune.

Dopo aver effettuato l’accesso, scegli dal menù a tendina il tipo di certificato che intendi richiedere (in questo caso “Certificazione anagrafica di Stato di famiglia”) e specifica se ne hai bisogno in carta da bollo oppure no.

Se lo richiedi in carta semplice il costo sarà 0,30, se invece ne hai bisogno in carta legale allora l’importo ammonterà a € 16,70.

In questo caso, potrai procedere al pagamento del tuo certificato attraverso il nodo “PagoPA”, a cui potrai accedere dall’apposita sezione del sito del Comune di Palermo. Basterà indicare il numero di protocollo e la data in cui hai inoltrato la richiesta per procedere al pagamento del tuo certificato, così da poter finalmente completare la procedura di richiesta.

Una volta che il tuo pagamento risulterà effettuato, il tuo certificato verrà prodotto e inviato al tuo indirizzo e-mail.

3.3. Agli sportelli anagrafici

Se ti senti  più vicino alla modalità “vecchia scuola” e preferisci occuparti di questa pratica di persona, allora la soluzione giusta per te è quella di recarti fisicamente agli sportelli anagrafici.

Gli uffici dell’Anagrafe ricevono solo su appuntamento, che potrai fissare dal sito del Comune di Palermo. Clicca su “Accedi” e compila la scheda con i tuoi dati e, successivamente tramite mail, riceverai il resoconto della tua prenotazione.

Se, il giorno del ritiro dovessi, per svariati motivi, delegare un terzo, ricorda di scrivere una delega in carta semplice accompagnata da un tuo documento di riconoscimento e quello del delegato. Inoltre, se non potessi rispettare più il tuo appuntamento puoi disdirlo da qui. Clicca su “Accedi” e poi inserisci: la data, il codice fiscale e il numero di prenotazione che troverai sulla ricevuta di prenotazione.

Il rilascio è a vista.

Nota bene: una volta ultimata la procedura di richiesta appuntamento, riceverai una e-mail contenente la ricevuta di avvenuta prenotazione. Ricordati di portala con te il giorno dell’appuntamento per poter accedere al servizio richiesto.

Per quanto riguarda i costi, se non viene esplicitata alcuna esenzione, lo Stato di famiglia è sempre rilasciato in marca da bollo. Per cui, il suo costo, se soggetto a imposta di bollo sarà di 16,70  (ma tranquillo, non occorre portare la marca da bollo, ti verrà fornita direttamente in sede!), mentre se si ha diritto all’esenzione sarà pari a 0,30.

Insomma, questo era proprio tutto ciò che c’è bisogno di sapere per procedere in autonomia e senza difficoltà alla richiesta di un certificato di Stato di famiglia al Comune di Palermo.

Vogliamo però ricordarti che, se dovessi avere bisogno di supporto, non dovrai far altro che contattarci, il nostro servizio di disbrigo pratiche è sempre a tua disposizione.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader