Certificato ex art. 335 cpp presso il Tribunale di Roma

Il nostro team di esperti ha ben pensato di inserire in un’unica guida tutte le informazioni per agevolare la richiesta del certificato ex. art. 335 cpp presso il Tribunale di Roma.

 
Puoi contattarci sia per ottenere un preventivo sia per una consulenza telefonica gratuita.

1. Cos’è

Attraverso la richiesta dell’ ex. art. 335 cpp, si ottengono le informazioni circa l’iscrizione del proprio (o altrui, nel caso tu sia uno dei difensori) nome nel Registro delle Notizie di Reato in qualità di indagato o di persona offesa.

Inoltre, con questa certificazione si viene a conoscenza:

– del numero e l’anno di iscrizione del procedimento;

– del nome del Pubblico Ministero titolare del procedimento;

– del nome dell’indagato e della persona offesa; 

– del reato per il quale si svolgono le indagini;

– della data del fatto e di quella di iscrizione nel Registro delle Notizie di Reato.

Qualora, dalla ricerca, risultino iscrizioni, queste ultime saranno attestate con la formula “Risultano le seguenti iscrizioni suscettibili di comunicazione”.

In caso contrario, la formula sarà: “Non risultano iscrizioni suscettibili di comunicazione”.

Oltre all’indagato ed alla persona offesa, le iscrizioni possono essere comunicate, su richiesta dei primi, esclusivamente ai loro difensori.

Non può richiedere alcuna comunicazione colui che ha denunciato o l’autore di un esposto, se semplici danneggiati e non persone offese (ad es. il cittadino che denuncia un abuso edilizio commesso da un vicino, l’Ordine professionale che propone un esposto nei confronti di un proprio iscritto).

Possono ottenere comunicazioni ex art. 335 cpp anche le persone giuridiche e, in questo caso, alla richiesta dovrà essere allegata copia della visura camerale o documentazione equipollente, da cui risulti che il richiedente è il rappresentante legale della Società.

Se la persona offesa è deceduta in conseguenza del reato, il diritto alla comunicazione spetta anche ai suoi prossimi congiunti (agli ascendenti, ai discendenti, al coniuge, ai fratelli, alle sorelle, agli affini nello stesso grado, agli zii e ai nipoti). La richiesta di informazioni deve essere accompagnata da una dichiarazione sostitutiva di notorietà che attesta la qualità di erede del defunto.

2. Dove e come avanzare la richiesta

L’Ufficio incaricato presso il Tribunale di Roma è l’ UFFICIO 335 C.P.P. – INFORMAZIONI ALL’UTENZA (al piano terra, lato sinistro del salone).

L’Ufficio può rilasciare le comunicazioni previste dall’art. 335 c.p.p in forma scritta o verbale. A seconda della forma richiesta, occorre presentare differente documentazione e cioè:

Attestazione scritta richiesta dal diretto interessato:

Modulo di richiesta compilato;

– Documento di identità in corso di validità.

Attestazione verbale richiesta dal diretto interessato:

Modulo di richiesta compilato;

– Documento di identità in corso di validità;

– copia dell’atto ufficiale dal quale risulti l’esistenza del procedimento penale riconducibile al richiedente ed in merito al quale si richiedono informazioni.

Attestazione scritta richiesta dal difensore:

Modulo di richiesta compilato;

– Tesserino Professionale o documento di identità in corso di validità;

– Copia della nomina formale. Il sostituto del difensore produrrà, allegandola alla richiesta, relativa nomina a sostituto processuale (non semplice delega).

Attestazione verbale richiesta dal difensore:

Modulo di richiesta compilato;

– Tesserino Professionale o documento di identità in corso di validità;

– Copia della nomina formale. Il sostituto del difensore produrrà, allegandola alla richiesta, relativa nomina a sostituto processuale (non semplice delega);

– Copia dell’ atto ufficiale dal quale risulti l’esistenza del procedimento penale riconducibile all’interessato ed in merito al quale si richiedono informazioni.

Per atto ufficiale si intende: 

per le parti offese, la denuncia/esposto, precedente all’ attestazione 335, verbale delle forze dell’ordine redatto in occasione di incendio, incidente stradale o reato edilizio.

per gli indagati, verbale di arresto, perquisizione, sequestro, verbale di elezione di domicilio che riporti il numero del procedimento, precedente all’ attestazione 335 c.p.p, provvedimento di conclusione indagine (art. 415 bis c.p.p.).

Per accedere all’ufficio devi prenotare un appuntamento. Clicca su “Ufficio 335 cpp- Relazioni con l’utenza”. 

Nel motivo della richiesta scegli, dal menù a tendina, se vuoi richiedere informazioni verbali o scritte. Ora, scegli tra le date disponibili.

Inserisci i dati del richiedente (persona offesa o difensore). 

Accetta l’informativa privacy, conferma l’appuntamento e stampa la ricevuta di prenotazione che dovrai mostrare allo sportello.

Ti arriverà una email a conferma. Se non puoi recarti all’appuntamento, puoi disdirlo attraverso un link che ti arriverà all’interno della email.

3. Costi e tempi di rilascio

L’attestazione è gratuita e per quanto riguarda i tempi di rilascio, questi si aggirano attorno ai 10 giorni lavorativi dalla presentazione della richiesta.

Ti consigliamo di dare uno sguardo al nostro blog dove puoi consultare moltissime guide sulla richiesta del Certificato del Casellario Giudiziale e dei Carichi Pendenti nelle principali città italiane.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader