Cos’è e come si fa una traduzione giuridica

Lavori in uno studio legale internazionale e, per esempio, devi scrivere un contratto o presentare un parere legale per clienti stranieri, e ti occorre la traduzione giuridica di uno o più documenti? 

Se non sai di cosa si tratta e vuoi saperne di più, sei capitato proprio nel posto giusto: questo articolo ti toglierà, infatti, ogni dubbio su cos’è e come si fa una traduzione giuridica

Prosegui la lettura per sapere tutto quello che serve su questo tipo particolare di traduzione tecnica.

Cos’è la traduzione giuridica

Una traduzione giuridica non è altro che un tipo di traduzione tecnica, come ad esempio la traduzione medica o quella scientifica, che ha, come oggetto, un testo avente natura legale. 

Sono, dunque, oggetto di traduzione giuridica atti privati come un contratto di compravendita, un testamento olografo o il bilancio di un’azienda, così come atti pubblici come un certificato o una sentenza.

RICORDA!

La caratteristica principale della traduzione giuridica è quella di essere basata su un linguaggio altamente complesso quale, appunto, quello giuridico, pieno di parole tecniche e arcaismi il cui significato, anche nella nostra lingua, non è di immediata comprensione. Questo è il motivo per cui, per fare la traduzione giuridica, occorre affidarsi a traduttori giuridici specializzati!

Come si fa una traduzione giuridica

La traduzione giuridica, essendo caratterizzata, come abbiamo appena detto, da un linguaggio molto complesso, non può essere fatta da chiunque. 

È qui che entra in gioco la figura del traduttore giuridico: questi può essere sia un laureato in lingue con una formazione in diritto, sia un avvocato che abbia anche una documentata esperienza di traduzione.

Noi propendiamo per la seconda soluzione: il traduttore legale, infatti, oltre ad avere una solida conoscenza della lingua (motivo per cui, spesso, le società che offrono questo servizio, preferiscono optare per traduttori madrelingua), deve anche avere una perfetta conoscenza del linguaggio giuridico sia del Paese cui appartiene la lingua del documento da tradurre (lingua d’origine o di partenza), sia del Paese cui, invece, appartiene la lingua in cui bisogna tradurlo (lingua di destinazione o d’arrivo).

NOTA BENE!

Un traduttore giuridico che si occupa di tradurre un atto scritto in italiano in una qualunque lingua straniera è, in genere, un avvocato che conosce il linguaggio giuridico sia del Paese di destinazione, sia del sistema italiano.

La difficoltà di questo tipo di traduzione sta, pertanto, nel fatto che il testo, oltre ad essere corretto dal punto di vista linguistico, deve anche essere privo di errori e inesattezze dal punto di vista giuridico.

Fino ad ora, però, abbiamo parlato di chi fa la traduzione giuridica, non del “come si fa”: avrai, infatti, compreso che, vista la grande complessità di questo tipo di traduzione tecnica, non è assolutamente facile trovare un traduttore giuridico che esegua per te questo servizio. 

La soluzione, però, esiste ed è alla portata di tutti: ci sono, infatti, numerosi siti internet che offrono servizi di traduzione giuridica online. Su questo punto torneremo, però, in seguito; per ora, cerchiamo di capire quali sono le situazioni in cui potresti aver bisogno di una traduzione giuridica e come questa si differenzi da altri tipi di traduzione legale come, ad esempio, la traduzione certificata e la traduzione giurata, chiamata anche traduzione “asseverata”.

Quando serve la traduzione giuridica

La traduzione giuridica, come abbiamo anticipato all’inizio, può essere richiesta per tradurre atti sia pubblici, sia privati. Potresti, quindi, aver bisogno di fare la traduzione giuridica per tradurre:

  • Atti di Compravendita di beni e servizi;
  • Documenti inerenti a rapporti di lavoro dipendente e collaborazioni professionali;
  • Atti relativi a divorzi e separazioni;
  • Diffide o querele legali;
  • Sentenze di Tribunale;
  • Prove scritte prodotte in un giudizio italiano o estero;
  • Ogni altro atto di natura legale, sia pubblico sia privato.

NOTA BENE!

Molto spesso, la traduzione giuridica è richiesta non tanto dal Paese in cui il documento è stato redatto, quanto piuttosto dal Paese in cui il documento deve essere presentato allo scopo di completare una pratica o assolvere ad un preciso adempimento burocratico.

Qual è la differenza fra traduzione giuridica, traduzione certificata e traduzione asseverata

Fino ad ora abbiamo parlato solo di traduzione giuridica, ma in realtà esistono anche altri tipi di traduzione che hanno per oggetto atti e documenti con valore giuridico. 

Nello specifico, esistono, oltre alla traduzione giuridica che ti abbiamo appena presentato, altri due tipi di traduzione:

  • La traduzione giurata, detta anche “asseverata”, che fa riferimento ad una traduzione sottoposta ad una specifica procedura di autenticazione in cui il traduttore, sottoscrivendo uno specifico verbale dinanzi all’ufficiale giudiziario del Tribunale o dinanzi ad un notaio, pronuncia la seguente formula: “Giuro di aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatomi al solo scopo di far conoscere la verità”;
  • La traduzione certificata, in cui, invece, è il traduttore stesso, o l’agenzia di traduzione, a certificare, mediante firma, timbro e apposita dichiarazione redatta nella lingua di destinazione, che la traduzione effettuata è conforme al testo del documento tradotto.

CONSIGLIO!

Qualora ti venisse richiesto di presentare una traduzione certificata, chiedi espressamente se non sia, invece, necessaria una traduzione giurata o asseverata: pur essendo entrambe traduzioni ufficiali, traduzione giurata e traduzione certificata differiscono sia per quello che riguarda la procedura di “certificazione”, sia per quello che concerne i costi.

È, invece, assolutamente impossibile confondere una traduzione giuridica con una traduzione certificata o una traduzione asseverata, dato che la prima non necessita di una procedura di autenticazione.

Come ottenere una traduzione giuridica

Come faccio a fare una traduzione giuridica? La risposta a questa domanda è meno scontata di quello che sembra. La prima cosa che, infatti, viene da rispondere, è che, per ottenere una traduzione giuridica, bisogna affidarsi ad un traduttore giuridico, vale a dire un professionista esperto in questo tipo di traduzione tecnica. 

D’altro canto, trovare un traduttore giuridico può non essere facile, soprattutto qualora la lingua in cui devi tradurre i tuoi documenti non fosse l’inglese, il francese o altra lingua europea, ma la lingua di un Paese molto più lontano dal nostro, come la Tailandia, il Giappone o altra nazione di un continente diverso da quello europeo. 

Mettiamo, ad esempio, che tu debba fare la traduzione di alcuni documenti da presentare per partecipare a un bando di concorso o a una gara d’appalto in Russia o in Cina: oltre alle difficoltà legate alla lingua, il traduttore si troverà anche a tradurre termini tecnici appartenenti al nostro ordinamento che, magari, non esistono o non hanno una esatta corrispondenza nell’ordinamento del Paese in cui tali documenti devono essere presentati!

Ti abbiamo, comunque, anticipato che esiste una soluzione anche a questo problema: qualora avessi bisogno, infatti, di fare la traduzione giuridica di alcuni documenti, puoi sempre affidarti a società come MultiLex che offrono questo tipo di servizio direttamente online

Quanto costa fare la traduzione giuridica

Il costo di una traduzione giuridica viene calcolato, in genere, a numero di parole oppure, più raramente, a pagina (o cartella), e può variare molto a seconda di diversi fattori, come:

  • La lingua di origine o partenza e quella di destinazione o arrivo;
  • La complessità del testo da tradurre;
  • L’editabilità o meno del documento da tradurre;
  • L’urgenza della consegna.

CONTATTACI!

Se vuoi farti un’idea più precisa dei costi di una traduzione giuridica non esitare a contattarci inviando una e-mail a info@multilex.it o compilando l’apposito modulo nella pagina dei contatti.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo parlato di:

  • Cos’è e come si fa una traduzione giuridica;
  • Quali sono le differenze fra la traduzione giuridica e altre forme di traduzione legale come la traduzione giurata e quella certificata;
  • Come ottenere una traduzione giuridica rivolgendoti a società online specializzate.

Un ultimo suggerimento riguarda proprio l’eventuale selezione del professionista o della società cui affidare la traduzione giuridica di un testo o documento: facendo un giro sul web, troverai, infatti, molti siti che offrono traduzioni tecniche, compresa la traduzione giuridica, a prezzi molto competitivi. 

Molte di queste società sono sicuramente valide e professionali ma, se vuoi andare davvero sul sicuro, ti consiglio di rivolgerti a società specializzate esclusivamente in traduzioni giuridiche come MultiLex, che affida le traduzioni di testi legali esclusivamente ad avvocati esperti nelle differenti giurisdizioni.

Ti serve aiuto per realizzare traduzioni giuridiche in modo veloce e sicuro? Contattaci immediatamente per un preventivo!

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader