Casellario Giudiziale a Genova

Ti occorre il certificato del Casellario Giudiziale a Genova e vuoi informazioni dettagliate e precise su come richiederlo e a chi rivolgerti?

Benissimo! Sei nel posto giusto.

Leggi questa guida e scoprirai tutto ciò che ti occorre per attivare questo tipo di procedura. Altrimenti, contattaci: ti forniremo una vera e propria consulenza gratuita, grazie alla quale ti sentirai già in grado di avanzare questa richiesta in completa autonomia!

1. Cos’è il Casellario Giudiziale

Il Certificato del Casellario Giudiziale contiene i provvedimenti definitivi in materia penale, civile e amministrativa a carico di una persona e ha una durata di 6 mesi dalla data del rilascio.

Questo certificato assorbe gli ex certificati penali e civili e può essere richiesto all’Ufficio Locale del Casellario di qualsiasi Procura, indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza dell’interessato.

Nonostante ciò, ti elenchiamo i Comuni che sono di competenza della Procura della Repubblica di Genova: Arenzano, Avegno, Bargagli, Bogliasco, Borzonasca, Busalla, Camogli, Campo Ligure, Campomorone, Carasco, Carro, Casarza Ligure, Casella, Castiglione Chiavarese, Ceranesi, Chiavari, Cicagna, Cogoleto, Cogorno, Coreglia Ligure, Crocefieschi, Davagna, Fascia, Favale di Malvaro, Fontanigorda, Genova, Gorreto, Isola del Cantone, Lavagna, Leivi, Lorsica, Lumarzo, Maissana, Masone, Mele, Mezzanego, Mignanego, Moconesi, Moneglia, Montebruno, Montoggio,Neirone, Orero, Pieve Ligure, Portofino, Propata, Rapallo, Recco, Rezzoaglio, Ronco Scrivia, Rondanina, Rossiglione, Rovegno, San Colombano Certenoli,Santa Margherita Ligure, Santo Stefano d’Aveto, Sant’Olcese, Savignone, Serra Riccò, Sestri Levante, Sori, Tiglieto, Torriglia, Tribogna, Uscio, Valbrevenna, Varese Ligure, Vobbia, Zoagli.

Per il cittadino italiano, il certificato contiene anche l’attestazione relativa alla sussistenza o meno di iscrizioni nel Casellario Giudiziale europeo.

Inoltre, se il certificato è richiesto dalla Pubblica Amministrazione, potrà essere presentata un’autocertificazione che è gratuita e ha la stessa validità del certificato rilasciato dalla Procura. Qui il modulo di autocertificazione da scaricare e compilare.

2. Dove richiederlo

A Genova il certificato deve essere richiesto al Palazzo di Giustizia, Procura della Repubblica presso l’Ufficio del Casellario Giudiziale (3° piano, lato sinistro dell’edificio).

L’Ufficio è aperto dal lunedì al sabato, dalle ore 08:30 alle ore 11:30.

3. Modalità di richiesta

Presso la Procura della Repubblica di Genova il certificato può essere richiesto:

3.1. Online

L’Ufficio del Casellario di Genova ha attivato il servizio di prenotazione on-line dei certificati. Leggi la nostra guida sulla richiesta del Certificato del Casellario Giudiziale online dove ti spieghiamo in maniera dettagliata la procedura.

Dopo aver effettuato la prenotazione, occorre recarsi allo sportello per il ritiro, consegnando la ricevuta rilasciata automaticamente dal sistema, le marche da bollo  necessarie, un documento di riconoscimento dell’intestatario del certificato, eventuale delega e documento di riconoscimento del delegante.

Nel caso di richieste di più certificati, occorre produrre una marca da € 19,92 per ogni certificato richiesto e non l’importo complessivo indicato dal sistema.

La modalità di richiesta online non prevede la richiesta urgente. Quindi, prenotando il certificato senza urgenza, potrai recarti per il ritiro trascorsi 3 giorni lavorativi.

3.2. Per posta

La richiesta può essere avanzata anche per posta in busta preaffrancata indicante l’indirizzo al quale si vuole ricevere il certificato.

La domanda deve essere indirizzata a: Procura della Repubblica – Ufficio Locale del Casellario, Piazza Portoria 1, 16121 Genova.

Occorre inserire nella busta:

–  fotocopia del documento d’identità dell’intestatario;

– eventuale delega;

– documento di riconoscimento del delegante;

modulo di richiesta compilato e firmato;

– marche da bollo.

I tempi di consegna a domicilio, in genere, sono di 2/3 giorni lavorativi. Eventuali ritardi dipendono dal flusso di lavoro di Poste Italiane.

3.3. Per Pec (solo per Pubbliche Amministrazioni e Gestori dei Pubblici Servizi)

Le Pubbliche Amministrazioni e i gestori dei pubblici servizi possono richiedere i certificati utilizzando questo modello inviando una pec a casellario.procura.genova@giustiziacert.it.

3.4. Via email

Altra modalità prevista è la richiesta via email da inoltrare a: casellario.procura.genova@giustizia.it.

All’interno della email occorre inserire il modulo di richiesta compilato e firmato, documento di riconoscimento dell’intestatario, eventuale delega, documento di riconoscimento del delegante.

Per il ritiro occorre comunque recarsi allo sportello fisicamente portando con sé le relative marche da bollo e quanto già allegato nella email.

Per le richieste senza urgenza, se si effettua la prenotazione dal giovedì alla domenica il ritiro è previsto il martedì dalle ore 09:30 alle ore 13:30; se, invece, si effettua la prenotazione dal lunedì al mercoledì il ritiro è previsto il venerdì dalle ore 09:30 alle ore 13:30. Per le richieste con urgenza, il ritiro è previsto nella stessa giornata. Anche se, per esempio, se fai richiesta il giovedì pomeriggio, dovrai attendere il venerdì mattina per il ritiro.

4. Costi ed esenzioni

I costi per la richiesta del certificato sono:

–  una marca da € 19,92 per ogni certificato (richieste non urgenti);

– una marca da bollo da € 23,84 per ogni certificato (richieste urgenti).

Ci sono alcuni casi di esenzioni per il rilascio del certificato, per esempio:

– nelle procedure di adozione e affidamento di minori;

– nelle controversie di lavoro, previdenza ed assistenza obbligatorie;

– nei procedimenti nei quali l’interessato è ammesso a beneficiare del gratuito patrocinio.

Nel caso in cui fosse prevista l’esenzione è sempre necessario produrre la documentazione che la attesti.

5. Modulo Standard Multilingue

Grazie al Regolamento (UE) 2016/1191, i cittadini italiani che desiderino provare l’assenza di precedenti penali presso un ente pubblico di un altro Stato membro dell’UE, possono utilizzare un Modulo Standard Multilingue da allegare al Certificato del Casellario Giudiziale.

Questo modulo, al momento gratuito, deve essere approntato nella lingua dello Stato ricevente ed avrà una parte standard ed una parte non standardizzata. Quest’ultima conterrà voci specifiche per ciascun Paese che riflettono il contenuto del casellario giudiziale cui il modulo sarà allegato.

Potrai scaricare i moduli dal portale europeo della giustizia elettronica: cliccando sulla freccia a destra della voce “ALLEGATO XI – ASSENZA DI PRECEDENTI PENALI NELLO STATO MEMBRO DI CITTADINANZA DELLA PERSONA INTERESSATA”, si aprirà un pannello, in cui scegliere lo Stato membro di rilascio (Italia) e si potrà scegliere la lingua dello Stato membro ricevente. Se vuoi riceverlo via email, utilizza la seconda parte del pannello (accanto al simbolo della bustina, “Invia il modulo PDF editabile tramite e-mail”). Il nostro consiglio, tuttavia, è quello di richiedere il modulo multilingue direttamente all’Ufficio del Casellario Giudiziale competente.

Il modulo dovrà riportare la data in cui è stato rilasciato, la sottoscrizione del funzionario e il timbro dell’Ufficio. Chiaramente, dovrà essere allegato al Certificato del Casellario Giudiziale richiesto.

Noi abbiamo finito! Se hai bisogno di qualcuno che richieda per te il certificato del Casellario Giudiziale alla Procura di Genova, non esitare a contattarci.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader