Certificato Camerale alla Camera di Commercio (CCIAA) di Bologna

Devi richiedere un Certificato Camerale alla Camera di Commercio (anche detta CCIAA) di Bologna? Sei nel posto giusto!

Se vuoi delegare un membro del nostro team ti lasciamo i nostri contatti. Possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione in Prefettura e successiva traduzione legalizzata o certificata o giurata.

1. Cosa contiene il Certificato Camerale

Il Certificato Camerale è un documento contenente le informazioni camerali dell’impresa, come: il numero di iscrizione al registro imprese o al REA; la denominazione dell’impresa; il codice fiscale; la sede; la data di costituzione; il capitale sociale; l’oggetto sociale; la descrizione dell’attività; i dati anagrafici dei titolari di cariche.

Attraverso di esso si attesta l’iscrizione dell’impresa all’interno del Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio. Il Certificato Camerale ha una validità di sei mesi e può essere rilasciato a tutte le imprese in regola con il pagamento del diritto annuale (contributo che le imprese iscritte nel Registro Imprese devono versare annualmente alla Camera di commercio competente territorialmente).

I Certificati Camerali non possono essere prodotti alle Pubbliche Amministrazioni: in sostituzione devi presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione o richiedere e produrre la Visura Camerale. Puoi anche avanzare la richiesta del modello dichiarazione sostitutiva del certificato allo sportello della Camera di Commercio dedicato, presentando questo modulo.

La Visura Camerale, invece, è un documento che, come il Certificato Camerale, contiene tutte le informazioni economiche e giuridiche dell’impresa ma non ha valore legale e viene rilasciata in carta semplice.

2. Diversi tipi di Certificato Camerale

Presso la CCIAA di Bologna si possono richiedere diversi tipi di Certificato Camerale:

di iscrizione: contiene la descrizione aggiornata e analitica dell’impresa;

– di non iscrizione: attesta che un’impresa non è iscritta al Registro Imprese di Bologna;

– di iscrizione abbreviato: contiene esclusivamente i numeri di iscrizione, la denominazione, il codice fiscale, la forma giuridica, la sede, la data di costituzione, il capitale sociale;

– storico: comprende i dati del certificato di iscrizione con l’aggiunta di tutte le notizie riguardanti le modifiche annotate dalla data di costituzione;

– assetto compagine sociale (assetti proprietari): è inerente alle società di capitali, fatta eccezione per le società quotate in borsa e per le società cooperative, e descrive la suddivisione del capitale sociale, delle relative quote o azioni e dei loro possessori, ed anche  l’elenco dei trasferimenti intervenuti in un certo intervallo temporale;

– di deposito: attesta l’avvenuta presentazione e protocollazione degli atti, domande e denunce non ancora evasi;

– di poteri personali: contiene i medesimi dati del certificato di iscrizione abbreviato ma, in aggiunta, riporta i poteri attribuiti ad  amministratori, procuratori e ad ogni altro soggetto a cui l’impresa ha conferito specifici poteri;

– con scelta: contiene solo parte dei dati contenuti in un certificato d’iscrizione, consentendo di escludere informazioni non essenziali (come unità locali, direttori tecnici, ecc.);

– di società soggetta ad attività di direzione e coordinamento: contiene l’elenco delle società che esercitano attività di direzione e coordinamento sull’impresa;

– in inglese: corrisponde al certificato di iscrizione, ma è in lingua inglese. Il rilascio del certificato per l’estero in lingua inglese è esente dall’imposta di bollo;

camerale Artigiano: contiene le informazioni di un’impresa artigiana (numero d’iscrizione, numero albo, attività e titolari). Questo certificato può essere richiesto per uso previdenziale (anche detto “uso I.N.P.S.”) e viene rilasciato su richiesta dell’interessato o del patronato) o per uso finanziamento (necessario per la richiesta di alcuni finanziamenti agevolati per la categoria degli artigiani).

Inoltre, dietro esplicita richiesta dell’interessato, è possibile inserire alla fine di ogni certificato di imprese iscritte al Registro Imprese di Bologna le seguenti attestazioni:

– “Si dichiara inoltre che non risulta iscritta nel registro delle imprese, per la posizione anagrafica in oggetto, alcuna dichiarazione di procedura concorsuale, ai sensi della normativa vigente in materia”;

– “Si dichiara inoltre che non risulta iscritta nel registro delle imprese, per la posizione anagrafica in oggetto, alcuna procedura concorsuale in corso, ai sensi della normativa vigente in materia”.

3. Come richiederlo presso la CCIAA di Bologna

Per richiedere un Certificato Camerale alla CCIAA di Bologna occorre prendere un appuntamento chiamando l’Ufficio Certificati e Visure al numero 051 60 93 310, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 10:00 o dalle ore 12:00 alle ore 12:45.

Allo sportello bisogna presentare un documento di riconoscimento del richiedente e il modulo di richiesta compilato.

Se devi richiedere il Certificato Camerale Artigiano devi mostrare questo modulo (se il certificato è in bollo) oppure quest’altro modulo (se è in esenzione).

Se, invece, devi richiedere una dichiarazione sostitutiva del certificato R.I., compila questo modulo

4. Costi

Per ottenere un Certificato Camerale devi acquistare una marca da bollo da euro 16,00 (ogni 100 righe o frazione) e bisogna pagare euro 5,00 per i diritti di segreteria se si tratta di certificati camerali ordinari mentre euro 7,00 se si tratta di certificati camerali storici.

I certificati in esenzione dell’imposta di bollo sono rilasciabili solo per gli usi previsti dalla legge e sotto la personale responsabilità del richiedente. Per richiedere certificati in esenzione dovrai scaricare, compilare e presentare questo modulo di richiesta.

Vuoi delegare dei professionisti del settore? Ecco a te i nostri contatti.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 263 recensioni
js_loader