Legalizzazione e apostille presso la Prefettura di Bologna

Devi legalizzare o apostillare atti e documenti presso la Prefettura di Bologna?

Questa guida è un vero e proprio raccoglitore di informazioni utili ai fini di questa richiesta.

Contattaci per qualsiasi dubbio o delucidazione. Possiamo occuparci anche della traduzione giurata, legalizzata o certificata.

1. Cos’è

La legalizzazione consiste nell’attestazione della qualità legale del Pubblico Ufficiale che ha apposto la propria firma su un atto o documento, nonché dell’autenticità della firma stessa.

Stessa cosa dicasi per l’apposizione dell’apostille prevista, invece, in luogo della legalizzazione, per i Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja 1961.

2. La competenza della Prefettura

La Prefettura di Bologna legalizza e apostilla atti e documenti (certificati di laurea, certificati anagrafici, certificazioni scolastiche, estratti di stato civile): 

– formati in Italia da far valere all’estero;

– formati da una Rappresentanza Diplomatica o Consolare estera che si trovi nell’ambito del territorio di competenza della Prefettura di Bologna, da far valere in Italia.

Gli atti e documenti devono essere prodotti in originale o copia conforme all’originale.

La legalizzazione e l’apostillazione degli atti firmati dai Notai, dai Funzionari di Cancelleria e dagli Ufficiali Giudiziari (rientranti nell’ambito di competenza della Procura) è di competenza della Procura della Repubblica di Bologna (Via Garibaldi,6).

Per la legalizzazione o apostillazione di titoli di studio e certificazioni rilasciati dagli Istituti scolastici (scuola secondaria di secondo grado compresa), laddove debbano essere legalizzati o apostillati in originale, devono essere preventivamente autenticati presso il M.I.U.R. – Ufficio Scolastico Regionale (ex Provveditorato agli Studi) situato in Via de’ Castagnoli,1.

Tra le tante esenzioni, la legalizzazione o apostille delle firme non è necessaria: 

– per gli atti e i documenti rilasciati dalle seguenti Ambasciate e/o Consolati aderenti alla Convenzione di Londra del 7 giugno 1968 e da far valere negli stati aderenti alla Convenzione, cioè: Austria, Grecia, Malta, Portogallo, Svezia, Cipro, Irlanda, Italia, Norvegia, Regno Unito, Svizzera, Francia, Liechtenstein, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Turchia, Germania, Lussemburgo, Polonia e Spagna;

– ai sensi del Regolamento (UE) 2016/1191, per gli atti e documenti pubblici italiani, e le rispettive copie autentiche, da far valere negli Stati membri dell’Unione Europea, e riguardanti la nascita, l’esistenza in vita, il decesso, il nome, il matrimonio (compresi la capacità di contrarre matrimonio e lo stato civile), divorzio (separazione personale o annullamento del matrimonio), le unioni registrate (compresi la capacità di contrarre un’unione registrata e lo stato di unione registrata), lo scioglimento di un’unione registrata (la separazione legale o l’annullamento di un’unione registrata), la filiazione, l’adozione, il domicilio e/o la residenza, la nazionalità, l’assenza di precedenti penali, il diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni amministrative e alle elezioni del Parlamento europeo.

Ufficio Scolastico Regionale

Per la legalizzazione e apostillazione di atti e documenti rilasciati in bollo occorre produrre una marca da bollo da euro 16,00, che deve essere sempre prodotta, invece, per gli atti rilasciati da una Rappresentanza Diplomatica o Consolare estera.

3. Dove andare

L’interessato o altra persona (munita di delega) può presentare e/o ritirare la documentazione da legalizzare o apostillare in Prefettura.

Prima di recarti in Prefettura, invia una email a legalizzazione.pref_bologna@interno.it per chiedere un appuntamento.

Nella email allega la scansione o la foto del documento da legalizzare o apostillare e nel corpo specifica il Paese di destinazione, un tuo recapito telefonico. Nell’oggetto scrivi: “Legalizzazione/Apostille [e la tipologia del documento]”.

Un addetto ti risponderà o chiamerà in breve tempo per fissarti un appuntamento.

4. Richiesta per Posta

La Prefettura di Bologna mette a disposizione anche un altro metodo per richiedere la legalizzazione e l’apostillazione: la richiesta per Posta.

In una busta preaffrancata (compilata nella parte del destinatario per la restituzione dei documenti legalizzati o apostillati) inserisci:

– documenti da legalizzare o apostillare;

– una lettera di accompagnamento specificando i tuoi dati (nome e cognome) l’eventuale Stato estero di destinazione, un recapito mail e telefonico e la marca da bollo da euro 16,00 (se prevista).

Invia tutto a Prefettura di Bologna – Ufficio Legalizzazioni – Via IV Novembre, 26 – 40123 Bologna.

I tempi di consegna non possono essere stimati e l’Ufficio non si assume alcuna responsabilità per eventuali ritardi o smarrimenti degli atti e documenti.

Bene! Noi abbiamo finito. Se dovessi avere qualche dubbio o, più semplicemente, vuoi incaricare dei professionisti, contattaci! Nel caso in cui ti servisse altro puoi, attraverso il nostro motore di ricerca, consultare tantissime guide inerenti alla principali città italiane, tra le quali anche Bologna.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader