Certificato Cumulativo o Contestuale a Milano

Sapevi che esiste un modo per avere più certificati in uno? Basta richiedere un Certificato Cumulativo (o Contestuale) e risparmiare così tempo e carta perché saranno, appunto, contestualizzati in un unico documento anagrafico.

Per ottenerlo hai due strade: contattarci e delegarci questa pratica oppure continuare  a leggere questo articolo e scoprire le procedure a tua disposizione  per richiederlo in completa autonomia  nel Comune di Milano.

Sappi che possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione e apostillazione e della relativa traduzione certificata, giurata o legalizzata.

1. Cos’è

Documento dal nome parlante, il Certificato Contestuale o Cumulativo raggruppa, infatti, diverse certificazioni di cui potresti avere bisogno o di cui ti è stata fatta richiesta da parte di terzi. Ad esempio, questo certificato può riassumere tutte le informazioni relative alla nascita, residenza e stato di famiglia del soggetto intestatario.

Prima di continuare, volevamo solo farti presente che se è la Pubblica Amministrazione ad averti fatto richiesta di più certificati, devi semplicemente compilare delle autocertificazioni in cui tu stesso ti farai garante delle informazioni in esse contenute.

Per legge, queste avranno la stessa valenza giuridica di un documento rilasciato dall’Anagrafe comunale, ma hanno il vantaggio di essere completamente gratuite! Puoi trovarne molti fac-simile sul web, basterà scaricarli e compilarli per poter cominciare ad usare le tue autocertificazioni.

Ricorda che ogni certificato Cumulativo viene rilasciato dall’Anagrafe del tuo Comune di riferimento e contiene tutte le informazioni anagrafiche o quelle relative allo stato civile dell’intestatario e  ha una validità di 6 mesi dalla data del rilascio.

2. Chi può richiederlo

Chiunque può fare richiesta di un certificato Contestuale.

L ‘unico requisito imprescindibile è quello di essere registrati all’Anagrafe ed essere in possesso di documenti di identità in corso di validità.

Inoltre, se avessi bisogno di richiederlo per conto terzi, basterà conoscere i dati anagrafici fondamentali dell’intestatario del certificato per poterne fare richiesta.

3. Come richiederlo a Milano

Il Comune di Milano mette a disposizione due metodologie di richiesta per questo certificato, entrambe on-line.

Se però non ti sentissi sicuro di voler svolgere questa pratica per via telematica, potrai comunque contattare gli uffici attraverso mail  (scrivendo a 020202@comune.milano.it) oppure per via telefonica (chiamando il numero 02.02.02). Spiega le tue necessità e fissa un appuntamento per poter accedere agli sportelli, così potrai gestire il tutto di persona

3.1. Sul sito dell’ANPR

Prima opzione: richiedere il Certificato Cumulativo attraverso il portale dell’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR).

Scaricare i propri certificati anagrafici in questa modalità è facile e veloce. Inoltre, fino al 31 dicembre 2022 non si pagano nemmeno le eventuali marche da bollo richieste.

Scopriamo insieme i passaggi di questa procedura.

Come prima cosa bisognerà accedere al sito dell’ANPR cliccando sulla voce “Accedi ai Servizi al Cittadino”. Identificati  utilizzando il tuo SPID, CIE o CNS e accedi così alla  tua area personale.

Vedrai che ti si aprirà una pagina con elencati tutti i servizi al cittadino che l’ANPR mette a disposizione.

Clicca su  “Richiedi un certificato”  e specifica se intendi richiedere il certificato per te stesso o per un membro della tua famiglia anagrafica.

Dopodiché, apparirà una lista di certificati fra i quali ti sarà possibile scegliere la tipologia di cui hai bisogno e procedere conseguentemente al download.

Siccome non si possono mischiare le tipologie di certificati che è possibile “cumulare”  nel certificato contestuale (ad esempio certificati anagrafici e di stato civile), il sistema stesso ti guiderà nella scelta della giusta combinazione.

Una volta individuato il gruppo di certificati più confacente alle tue necessità, selezionalo e clicca semplicemente a fondo pagina sul bottone “Ottieni certificato”. In pochi secondi potrai scaricare il Pdf direttamente sul tuo PC.

3.2. Sul sito del Comune di Milano

Altra soluzione on-line, ma stavolta non gratuita, è quella messa a disposizione dal sito del Comune di Milano.

Anche in questo caso, prima di tutto bisognerà identificarsi tramite SPID o CIE.

Verrai subito indirizzato alla pagina attraverso cui, in soli tre step, potrai ottenere il tuo certificato.

1. Seleziona l’intestatario del certificato: se sei tu, i dati verranno inseriti automaticamente grazie all’identificazione digitale che hai effettuato prima, altrimenti dovrai inserire il Codice Fiscale dell’intestatario e tutti i tuoi dati anagrafici in qualità di richiedente.

2. Seleziona dal menù  a tendina i certificati che hai bisogno di scaricare: parti, ad esempio, selezionando “Anagrafico di matrimonio” e vedrai che dentro lo stesso menù a tendina di prima comparirà la scritta “Aggiungi certificati compatibili”. Cliccandoci sopra potrai selezionare tutti i tipi di certificati che è possibile cumulare a partire da quello di matrimonio.

Specifica in che lingua vuoi scaricare  il certificato, se ne hai bisogno in carta da bollo oppure no e la destinazione d’uso per cui lo richiedi.

3. In questa pagina finale, dovrai controllare l’esattezza dei dati inseriti e, cliccando su “Conferma”, potrai ottenere il tuo certificato direttamente sul tuo PC.

Il prezzo finale del certificato è strettamente collegato al gruppo di certificati che hai scaricato e al fatto che tu li abbia richiesti in carta da bollo oppure no. Per cui, in questa sede, è impossibile predire l’ammontare.

Seguendo questi semplici passaggi potrai ottenere il tuo Certificato Cumulativo senza intoppi. Ma se ancora non sei convinto di volertene occupare da solo, noi siamo qui per te! Basta contattarci per delegarci ogni pensiero e scocciatura: il nostro servizio di disbrigo pratiche è a tua disposizione. Possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione e apostillazione e della relativa traduzione certificata, giurata o legalizzata.