Certificato dei Carichi Pendenti a Pescara

Ottenere il Certificato dei Carichi Pendenti a Pescara sarà un gioco da ragazzi seguendo le indicazioni fornite in questo articolo: all’interno c’è, infatti, tutto quello che serve per richiedere questo documento alla Procura della città abruzzese.

Perché ne siamo così certi? Perché questo è il nostro lavoro: MultiLex è, infatti, una società che si occupa di fornire supporto a tutti coloro che devono richiedere un atto, un documento o una legalizzazione presso uno dei tanti uffici della Pubblica Amministrazione.

Il nostro aiuto può essere “diretto” oppure “indiretto”: nel primo caso siamo noi stessi a provvedere alla presentazione delle istanze per conto degli utenti; nel secondo, invece, ci limitiamo a fornire un prezioso aiuto attraverso gli articoli pubblicati in questo blog.

Fatte le dovute presentazioni, andiamo subito a vedere come richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti a Pescara.

1) Cos’è il Certificato dei Carichi Pendenti

Il Certificato dei Carichi Pendenti è un documento ufficiale che attesta alcuni dei procedimenti penali pendenti a carico della persona per la quale viene richiesto; tali procedimenti sono definiti “pendenti” poiché ancora in corso, dunque non definitivi, come, invece, è  nel caso dei provvedimenti riportati all’interno del Certificato del Casellario Giudiziale.

Il Certificato dei Carichi Pendenti deve essere preferibilmente richiesto all’Ufficio del Casellario della Procura competente per il proprio Comune di residenza: non esistendo, infatti, un archivio unico centrale dei Carichi Pendenti, qualora l’utente lo richiedesse altrove potrebbe ricevere un documento “negativo”, cioè non riportante alcun carico, pur avendo procedimenti penali in corso.

2) Modalità di richiesta dei Certificati dei Carichi Pendenti alla Procura di Pescara

La persona interessata, detta anche “richiedente”, può richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti allo sportello dell’Ufficio Locale del Casellario della Procura della Repubblica di Pescara, ubicato all’interno del Tribunale in Via Antonio Lo Feudo, 1 (secondo piano).

Per presentare la richiesta, occorre prima di tutto compilare il modulo di richiesta qui allegato e consegnarlo ai funzionari dell’Ufficio insieme a una fotocopia fronte/retro del proprio documento di identità non scaduto o, in caso di cittadini stranieri, il passaporto o il permesso di soggiorno.

3) Richiesta del certificato tramite un delegato

Gli utenti che siano impossibilitati a recarsi personalmente allo sportello, possono delegare una terza persona oppure, in mancanza di altro referente in loco, avvalersi del supporto di un intermediario come MultiLex.

La persona delegata dovrà fornire, oltre a una fotocopia del proprio documento di riconoscimento e di quello del delegante, anche il modulo per il conferimento della delega, debitamente firmato e compilato dall’interessato.

NOTA BENE!

Qualora il delegato dovesse occuparsi anche del ritiro del certificato, dovrà essere spuntato l’apposito campo all’interno del modulo di delega; questo vale anche per le richieste effettuate on line tramite il portale Prenota Certificato.

4) Richiesta on line

Per chi non potesse né andare di persona né ricorrere a un delegato, è consentito richiedere i Carichi Pendenti anche on line, utilizzando l’apposita piattaforma “Prenota Certificato” messa a disposizione del Ministero della Giustizia. 

Per sapere come fare a procedere con questa modalità di richiesta, è possibile leggere la nostra guida “Carichi Pendenti online” in cui spieghiamo, per filo e per segno, tutto quello che bisogna fare.

5) Costi

Per il rilascio del Certificato dei Carichi Pendenti occorrono:

  • una marca da 16,00;
  • una marca da 3,92 per diritti di segreteria;
  • un’altra marca da € 3,92 se si vuole richiedere il certificato con urgenza.

È, comunque, possibile essere esentati dal pagamento del bollo e/o dei diritti, ad esempio quando il Certificato è richiesto per: atti relativi allo svolgimento di attività di volontariato; controversie di lavoro; pratiche di separazione; procedimento ammesso al gratuito patrocinio; procedure di adozione di minori.

6) Tempi di rilascio e altre informazioni utili

Indipendentemente dalla modalità di richiesta, il ritiro del Certificato dovrà essere effettuato allo sportello dell’Ufficio del Casellario della Procura di Pescara, che si trova al secondo piano del Palazzo di Giustizia in Via Antonio Lo Feudo, 1 (secondo piano).

Gli utenti possono recarsi presso l’ufficio nei suoi orari di apertura che sono: 

  • dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle 13:00
  • il martedì e giovedì dalle ore 16:00 alle ore 17:00, ma solo per le prenotazioni on line.

Per ricevere, invece, informazioni telefoniche è possibile chiamare il numero 085-4532620 tutti i giorni, dalle ore 8:30 alle ore 10:00.

Quanto ai tempi di rilascio, i certificati non urgenti vengono, in genere, rilasciati entro 3 giorni lavorativi; quelli urgenti, invece, sono rilasciati a vista.

7) Competenza territoriale della Procura di Pescara

La Procura della Repubblica di Pescara è territorialmente competente per i seguenti Comuni: Abbateggio, Alanno, Bolognano, Brittoli, Bussi sul Tirino, Cappelle sul Tavo, Caramanico Terme, Carpineto della Nora, Castiglione a Casauria; Catignano, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Civitaquana, Civitella Casanova, Collecorvino, Corvara, Cugnoli, Elice, Farindola, Lettomanoppello, Loreto Aprutino, Manoppello, Montebello di Bertona, Montesilvano, Moscufo, Nocciano, Penne, Pescara, Pescosansonesco, Pianella, Picciano, Pietranico, Popolo, Roccamorice, Rosciano, Salle, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Sant’Eufemia a Maiella, Scafa, Serramonacesca, Spoltore, Tocco da Casauria, Torre de’ Passeri, Turrivalignani, Vicoli, Villa Celiera.

NOTA BENE!

Per gli utenti residenti in uno qualsiasi di questi Comuni, la Procura presso cui è preferibile richiedere i Carichi Pendenti sarà proprio quella di Pescara.

8) Conclusioni

Come promesso, ti abbiano fornito, nei precedenti paragrafi, tutte le informazioni necessarie per ottenere il Certificato dei Carichi Pendenti presso la Procura della Repubblica di Pescara.

Per essere sicuri che tutto sia chiaro, ecco un ulteriore riepilogo dei vari passaggi:

1) Scarica il modulo di richiesta (suggeriamo di utilizzare quello qui allegato dal momento che su molti siti si trovano modelli non più utilizzati);

2) Compila il modulo, inserendo tutte le informazioni richieste. Visto che il modulo è valido per la richiesta di vari tipi di certificati, non bisogna dimenticare di specificare che il documento di cui si ha bisogno è il “Certificato dei Carichi Pendenti” o “Carichi Pendenti”;

3) Consegnare il modulo compilato e corredato di una fotocopia fronte/retro del tuo documento di riconoscimento e delle marche da bollo necessarie allo sportello dell’Ufficio Locale del Casellario della Procura di Pescara, di persona, oppure tramite un delegato. In caso di delega è necessario compilare anche il modulo per il conferimento della delega e allegare una fotocopia del documento del delegato.

In alternativa, è consentito ricorrere al servizio di prenotazione dei Carichi Pendenti online: anche in questo caso, però, il ritiro avverrà sempre allo sportello, di persona oppure ricorrendo a un delegato. 

Infine, se nessuna delle soluzioni finora proposte fosse praticabile, è possibile avvalersi di un intermediario come MultiLex: in questo caso l’utente non dovrà fare nulla, in quanto provvederemo noi sia alla presentazione dell’istanza, sia al ritiro del documento!

CONTATTACI!

Inviaci una e-mail con la tua richiesta a info@multilex.it oppure compila l’apposito modulo nella pagina dei contatti. Un nostro addetto ti contatterà nel più breve tempo possibile per rispondere alle tue domande e procedere con la richiesta.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader