Certificato di morte a Napoli

Il certificato di morte è un documento essenziale per alcune pratiche legate a questioni ereditarie o, più semplicemente, per chiedere i giorni di permesso per lutto al datore di lavoro.

Per questi motivi (e tanti altri) abbiamo pensato che una guida alla richiesta del certificato di morte al Comune di Napoli potesse tornare utile, ma tieni presente che se ti dovesse servire sostegno puoi sempre contattarci e lasciare a noi ogni incombenza: avremo cura di farti avere il documento di cui hai bisogno senza ulteriori pensieri. Inoltre, puoi chiederci una consulenza telefonica gratuita.

Se devi presentare il certificato di morte all’estero e ti occorre la sua legalizzazione o apostillazione in Prefettura di Napoli e la successiva traduzione (giurata, certificata o legalizzata), sappi che ci occupiamo anche di questo.

Inoltre, ti consigliamo di consultare il nostro blog: troverai articoli sempre aggiornati e molti proprio sulla città di Napoli e sulla richiesta di altri documenti che certificano il decesso di una persona!

1. Cos’è

Il certificato di morte è un documento anagrafico di Stato Civile che attesta il decesso dell’intestatario del documento.

Viene sempre rilasciato dal Comune presso cui è stato registrato l’atto di morte (da cui viene ricavato il certificato in questione) ma è anche disponibile nel Comune di residenza del deceduto e, al suo interno, sarà possibile leggere il nome e cognome del defunto, luogo e data del decesso.

In quanto afferente alla famiglia dei certificati di Stato Civile, il certificato di morte verrà rilasciato sempre in carta semplice: dovrai, quindi, corrispondere solo 0,26 euro per i diritti di segreteria.

Possiamo richiedere, per te, anche il più completo estratto di morte oppure il certificato più completo di tutti, la copia integrale dell’atto di morte.

2. Chi può richiederlo

Si può procedere alla richiesta di un certificato di morte anche se non si è un componente della famiglia anagrafica del defunto.

Tutto ciò che serve per ottenerlo, infatti, sono le generalità della persona deceduta.

Nota bene: se il certificato viene richiesto dalle Pubbliche Amministrazioni (come INPS e Agenzia Entrate) o dai Gestori Pubblici Servizi (es.: fornitori di gas e luce), è possibile sostituirlo con un’autocertificazione: puoi scaricarne un fac-simile cliccando qui, compilarlo in tutte le sue parti e firmarlo per ottenere la tua autocertificazione.

3. Come richiederlo a Napoli

In questa sezione dell’articolo ti illustreremo tutti i modi che il Comune di Napoli mette a disposizione per richiedere un certificato di morte. 

Per dare spazio e visibilità alla digitalizzazione, ti presenteremo prima la soluzione di richiesta on-line, ma ti ricordiamo che per proseguire nella  modalità illustrata al punto 3.1. è necessario lo Spid, la Carta d’identità elettronica o la CNS. Se non ne sei ancora in possesso, passa direttamente al punto 3.2.!

3.1. On-line sul sito del Comune di Napoli

Se il codice fiscale del defunto risulta presente nella banca dati del Comune, potrai usufruire del servizio di rilascio certificati on-line messo a disposizione dal Comune.

Per farlo, basterà effettuare il login sul sito del Comune e seguire la semplice procedura proposta che in pochi passaggi ti permetterà di scaricare il certificato:

  1. inserisci i dati anagrafici dell’intestatario del certificato;
  2. specifica di che tipo di certificato hai bisogno;
  3. indica se desideri scaricare il tuo documento in carta semplice oppure in carta da bollo.

Un piccolo consiglio: se sai di avere bisogno del certificato in carta da bollo, assicurati di acquistare una marca da bollo da €16,00 prima di iniziare la procedura di richiesta on-line, perché come ultimo passaggio ti verrà richiesto di inserire, in un apposito campo, l’identificativo univoco della marca da bollo in questione. Se la compri prima, eviterai di arrivare a fine procedura e accorgerti di doverla interrompere e rifare in un secondo momento!

Quindi, se richiesto in carta libera otterrai il certificato in maniera completamente gratuita; se richiesto in carta legale, invece, l’unico costo che dovrai affrontare saranno i €16,00 per l’acquisto della marca da bollo.

Una volta completata tutta la procedura, potrai scaricare il certificato direttamente sul tuo pc.

Devi presentare il certificato all’estero? Allora, dovrai necessariamente ottenerne una versione cartacea, firmata da un funzionario. Se poi il certificato deve essere legalizzato o apostillato, dovrai recarti presso la Prefettura di Napoli per la relativa procedura. Noi possiamo aiutarti anche in questo caso!

3.2. Presso gli sportelli dell’Anagrafe comunale

Dopo questa parentesi tecnologica, torniamo alle origini: i sempre presenti sportelli anagrafici.

È vero, gettarsi nella giungla degli uffici pubblici non fa mai piacere a nessuno, ma se stai intraprendendo questa via perché non possiedi un’identità digitale oppure non ti fidi abbastanza delle tue abilità informatiche per seguire la procedura on-line, cercheremo qui di darti qualche consiglio per ridurre al minimo la tua permanenza agli sportelli.

Prima di tutto, scegli a quale dei tanti uffici disseminati sul territorio preferisci recarti (se vuoi, a questo link il Comune di Napoli ha stilato un elenco di tutti gli uffici divisi in base alla municipalità, così da poter trovare quello a te più comodo).

Una volta che avrai individuato quale sarà il tuo ufficio di riferimento, scarica e compila questo modulo. Se occuparti della stampa ti crea dei problemi, tranquillo: ne troverai una copia anche agli sportelli, ma qui vogliamo svelarti tutti i modi in cui potrai ottimizzare il tuo tempo di permanenza presso gli uffici!

E ora, passiamo alla parte pratica: recati all’ufficio da te scelto e presenta il modulo insieme al tuo documento d’identità (che dovrai presentare in qualità di richiedente) e fornisci i dati anagrafici dell’intestatario. 

In questo caso il rilascio del documento è immediato, per cui l’impiegato dell’Anagrafe registrerà la tua richiesta e in quello stesso momento ti consegnerà il certificato di morte.

3.3. Spedizione a domicilio

Come fare se per vari motivi non puoi procedere alla richiesta del certificato di morte al Comune di Napoli in nessuna delle modalità illustrate fino ad ora?

Il Comune di Napoli ha pensato anche ai casi come il tuo!

Infatti, rende possibile la ricezione del certificato di morte direttamente a casa attraverso il servizio di spedizione a domicilio.

Inserisci in una busta preaffrancata e indirizzata all’ufficio dell’Anagrafe che sceglierai:

1. il modulo di richiesta firmato e compilato in tutte le sue parti;

2. i diritti di segreteria pari a 0,26 euro;

3. la fotocopia del tuo documento d’identità oppure di quella del richiedente, in caso fossi stato delegato da qualcuno per inoltrare la richiesta al posto suo.

Dopo che la tua istanza verrà ricevuta dall’ufficio competente, saranno necessari fino a 30 giorni di attesa prima di ricevere il certificato a casa.

Ed eccoci arrivati alla fine del nostro articolo-guida. Sappiamo che a volte durante la richiesta dei certificati anagrafici possono insorgere delle complicazioni, per questo i nostri professionisti sono a tua disposizione. Contattaci e ci occuperemo della tua pratica come se fosse nostra. Inoltre, possiamo occuparci anche della legalizzazione del certificato di morte e della relativa traduzione (giurata, certificata o legalizzata).

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader