Certificato di residenza ad Asti

Vuoi scoprire come ottenere il certificato di residenza al Comune di Asti? Questo è l’articolo che fa per te: continua con la lettura e scopri come fare, oppure contattaci e non dovrai muovere un dito.

Possiamo richiedere questo tipo di certificato in qualità di tuoi delegati e possiamo anche occuparci dell’eventuale legalizzazione in Prefettura di Asti (che serve, in linea generale, per la presentazione del documento all’estero), nonché della successiva traduzione giurata, legalizzata o certificata.

1. Cos’è

Il certificato di residenza è un documento attraverso cui si certifica l’indirizzo presso cui risiede l’intestatario del certificato al momento della richiesta.

Questo certificato risulta essere meno completo del certificato storico di residenza (attestante anche tutti gli indirizzi passati dell’intestatario) e ha una validità di 6 mesi dalla data del suo rilascio.

Il Certificato di residenza, se richiesto dalle Pubbliche Amministrazioni o dai Gestori di Pubblici Servizi, deve essere sostituito da un’autocertificazione. Accedi ai servizi del Comune di Asti effettuando il login con SPID, CIE, CNS. Una volta trovata l’autocertificazione di tuo interesse, stampala e compilala, in tutte le sue parti.

2. Richiesta presso lo sportello

L’ufficio interessato del Comune di Asti riceve previo appuntamento, prenotabile chiamando il numero 0141 399 111 (digita “1” per “Servizi Demografici” e poi “2” per “Ufficio Stato Civile”).

Il giorno dell’appuntamento, recati all’Ufficio portando con te: il  tuo documento di identità in qualità di intestatario del certificato, una marca da bollo da euro 16,00 e, se devi richiederlo per terzi, porta anche questa delega (compilata in ogni sua parte) accompagnata dalla copia del documento di riconoscimento del delegante e il tuo documento di riconoscimento in originale.

Il rilascio è, generalmente, a vista. Qualora ci volessero più giorni, il funzionario incaricato ti dirà quando ripassare per il ritiro.

Per alcuni usi, che trovi all’allegato B del D.P.R. 642/1972,  è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo. 

3. Richiesta tramite ANPR e SMART ANPR

Abbiamo scritto questa guida sul certificato di residenza online per agevolarti la richiesta sulla piattaforma dell’ANPR o SMART ANPR.

Per quanto riguarda la piattaforma ANPR, puoi scaricare il documento solo se l’uso del certificato rientra tra quelli per cui è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo.

Inoltre, il certificato così emesso ha una validità di soli tre mesi.

4. Richiesta tramite PEC

Presso il Comune di Asti, puoi avanzare la tua richiesta anche attraverso l’indirizzo PEC protocollo.comuneasti@pec.it, indicando le generalità dell’intestatario del certificato, allegando una copia del suo documento di riconoscimento e questo modulo compilato. Dopo 2/3 giorni lavorativi riceverai il certificato, firmato in digitale, nella casella di posta elettronica.

Per alcuni usi che trovi all’allegato B del D.P.R. 642/1972, è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo. In caso contrario, dovrai apporre una marca da bollo da euro 16,00.

5. Tramite posta ordinaria

Inserisci in un plico una busta preaffrancata di ritorno (indicando l’indirizzo al quale intendi ricevere il documento), il modulo compilato in tutte le sue parti e un tuo documento di riconoscimento e una marca da bollo da euro 16,00. Quest’ultima, però, dovrà essere inserita solo se non si tratta di uno degli usi indicati all’allegato B del D.P.R. 642/1972, che prevedono l’esenzione.

Ora invia tutto a “Comune di Asti, Stato Civile, via Edmondo De Amicis, 8, CAP 14100”.

I tempi di consegna non possono essere stimati.

Vuoi delegarci? Contattaci, saremo felici di aiutarti.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 512 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 512 recensioni
×
js_loader