Certificato di stato libero a Milano

Se hai bisogno di certificare a terzi di non essere legato da nessun vincolo matrimoniale e di non essere parte di una unione civile, quello che ti serve è un certificato di stato libero. 

Dedica qualche minuto alla lettura della nostra guida: siamo sicuri che dopo sarai perfettamente in grado di muoverti in autonomia nella richiesta di questo documento al Comune di Milano. Ma se così non dovesse essere, ricordati che basta contattarci e lasciare a noi ogni pensiero!

Inoltre, possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione e apostillazione e della relativa traduzione certificata, giurata o legalizzata.

1. Cos’è

Il certificato di stato libero è un documento rilasciato dagli uffici anagrafici del Comune e serve a dimostrare che l’intestatario del certificato risulta libero dal vincolo del matrimonio o da qualunque stato di unione civile al momento dell’emissione del documento.

In particolare, all’interno sono riportati i dati anagrafici dell’interessato e il suo stato civile, ossia se quest’ultimo sia celibe, nubile, separato, divorziato oppure vedovo.

Come molti altri certificati anagrafici, anche quello di stato libero ha una validità di 6 mesi dalla data del suo rilascio.

Nota bene: se è la Pubblica Amministrazione a chiedertelo, devi presentare un’autocertificazione in cui tu stesso ti farai garante delle informazioni contenute.

Puoi scaricarne un fac-simile qui. Scaricalo, compilalo, firmalo e la tua autocertificazione è pronta per essere usata.

2. Chi può richiederlo

Il certificato di stato libero può essere richiesto da ogni cittadino italiano regolarmente iscritto all’Anagrafe e in possesso di un documento di identità in corso di validità. 

Potrai richiedere questo documento sia in qualità di intestatario del certificato sia per conto terzi: in questo caso dovrai però essere munito dei dati anagrafici dell’intestatario da inserire nel modulo di richiesta.

Inoltre, ti verrà richiesto di  identificarti in qualità di richiedente presentando un tuo documento di identità in corso di validità.

Di seguito ti illustreremo tutti i modi in cui potrai ottenere il certificato di stato libero a Milano, ma prima un piccolo avviso:

Il Comune di Milano ha implementato le opzioni di richiesta dei certificati anagrafici in modalità on-line. In caso non avessi la possibilità di procedere informaticamente, però, è sempre possibile prendere un appuntamento a uno dei 9  sportelli anagrafici disseminati sul territorio. Per farlo, effettua il login sulla pagina dedicata del sito del Comune di Milano e seleziona dal menù a tendina il servizio di cui hai bisogno (“Anagrafe-Sportello”) e la sede anagrafica da te preferita: vedrai apparire le date e gli orari disponibili per prenotare il tuo appuntamento.

3. Come richiederlo a Milano

Il Comune di Milano rilascia il certificato di stato libero in tre diverse modalità: vediamole insieme punto per punto!

Se sei cittadino residente all’estero (iscritto A.I.R.E.), non puoi richiedere il certificato di stato libero secondo le modalità qui descritte ma dovrai mandare una mail all’indirizzo ServiziAlCittadino@postacert.comune.milano.it  o a 020202@comune.milano.it. In risposta, un funzionario ti indicherà come procedere!

3.1. On-line sul sito del Comune di Milano

Il primo metodo di cui vogliamo parlarti è un servizio telematico messo a disposizione sul sito del Comune di Milano.

Per ottenere il tuo certificato in questa modalità, non dovrai far altro che effettuare il login sulla pagina principale (anche con SPID o CIE), inserire i dati dell’intestatario del certificato e specificare quale tipo di certificato intendi richiedere.

Il sito ti presenterà una pagina di conferma dei dati inseriti e, se tutto risulta corretto e cliccherai su “conferma”, ti sarà possibile scaricare immediatamente il tuo certificato.

Una volta scaricato il documento, a fine procedura, se prodotto su carta semplice potrai utilizzare il certificato non appena lo scaricherai. Se invece ne avessi bisogno in carta da bollo, ti basterà specificarlo durante la richiesta e verrà prodotto un certificato con uno spazio apposito in cui poter applicare, una volta stampato il tutto, una marca da bollo da €16,00.

3.2. On-line sul sito dell’ANPR

Un’altra comodissima soluzione per ottenere il certificato di stato libero on-line è quella di scaricarlo dal sito dell’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR), un’enorme banca dati che, dal 15 novembre 2021, rende possibile il download di ben 14 certificati anagrafici, tra cui quello di stato libero.

Segui questi semplici step e ottieni il tuo documento direttamente sul pc in meno di 5 minuti.

1. Effettua il login sulla pagina dell’ANPR autenticandoti attraverso l’identità digitale;

2. Clicca su “Richiedi un certificato”;

3. Specifica se sei tu l’intestatario oppure se lo stai richiedendo per un membro della tua famiglia anagrafica;

4. Seleziona “Certificato di stato libero”; 

5. Clicca a fondo pagina su “Ottieni certificato” per scaricarlo in formato Pdf direttamente sul tuo computer.

Importante:

Grazie all’esenzione dal pagamento del bollo prorogata fino al 31 dicembre 2022, se deciderai di scaricare i tuoi certificati anagrafici attraverso l’ANPR, essi saranno completamente gratuiti anche se richiesti in carta da bollo!

3.3. Agli sportelli di quartiere

Sapevi che a Milano è possibile richiedere dei certificati anagrafici anche in diversi esercizi commerciali disseminati sul territorio? Si tratta di un’efficiente rete di tabaccherie ed edicole che, grazie alla collaborazione con gli uffici anagrafici della città, rende possibile il rilascio di documenti legalmente validi come, appunto, i certificati anagrafici.

Per comodità, qui trovi una mappa per individuare quello più vicino a te. Se richiesto in questa modalità, il costo del certificato sarà di € 2,00 quando richiesto in carta semplice, mentre dovrai aggiungere € 16 di marca da bollo in caso ti servisse in carta legale.

La nostra guida alla richiesta del certificato di stato libero al Comune di Milano è terminata e noi speriamo davvero di esserti stati utili. Ma se invece avessi deciso di delegare tutto a qualcuno che si occupa di queste pratiche ogni giorno, i nostri professionisti sono a tua completa disposizione, contattaci.

Inoltre, possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione e apostillazione e della relativa traduzione certificata, giurata o legalizzata.