Certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi Dipendenti da Reato a Milano

Attraverso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano è possibile richiedere il certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi Dipendenti da Reato. Come? Continuando la lettura di questo articolo scoprirai tutte le modalità disponibili per procedere autonomamente.

Se vuoi che lo chiediamo e ritiriamo noi per te, contattaci pure, saremo felici di aiutarti.

Inoltre, abbiamo attivato un servizio di consulenza gratuita, grazie al quale il nostro team di esperti ti fornirà la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Il nostro team di esperti, inoltre, potrà provvedere anche all’eventuale traduzione e legalizzazione del certificato.

1. Cos’è

Il Certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi Dipendenti da Reato contiene i provvedimenti giudiziari riguardanti gli illeciti amministrativi ancora aperti a carico di aziende ed enti privati. Nello specifico, l’illecito per essere ritenuto tale deve riguardare:

– una persona fisica imputata di aver commesso un reato previsto dalla legge ai fini della responsabilità dell’ente e a vantaggio o interesse di quest’ultimo;

– l’autore del reato deve ricoprire all’interno dell’azienda una posizione “apicale” (rappresentante legale, amministratore, direzione, etc) o essere legato all’ente da un rapporto di dipendenza.

2. A cosa serve

Riportando nel dettaglio i procedimenti ancora aperti a carico di un ente, il Certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi Dipendenti da Reato è un documento strettamente riservato, che non può essere richiesto da persone esterne all’azienda a meno che non siano state autorizzate e delegate.

Serve per fornire una visione dell’attuale situazione giudiziaria in cui si trova l’ente e anche per certificare quest’ultima a terzi.

3. Chi può richiederlo

Questo certificato può quindi essere richiesto dall’ente interessato, dal suo legale rappresentante o da un suo delegato.

Inoltre, può essere anche richiesto dall’autorità giudiziaria penale, che provvede direttamente alla sua acquisizione e dai Gestori di Pubblici Servizi o dalle Pubbliche Amministrazioni. In quest’ultimo caso, l’ente ha la possibilità di presentare, in sostituzione del certificato, un’autocertificazione.

4. Come richiederlo a Milano

Quando bisogna richiedere queste tipologie di certificato, la prima cosa che viene in mente di fare è di andare fisicamente allo sportello dedicato per sbrigare la pratica. Un approccio senz’altro corretto! Se volete procedere così, il posto dove recarvi è l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Palazzo di Giustizia di Milano in Via Freguglia n° 1 (ingresso di Corso di Porta Vittoria), che è aperto dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 13:00. Ma ce ne sono di più comodi e sicuri per evitare inutili code, vediamoli insieme.

4.1. On-Line

Il certificato va prima di tutto prenotato e solo in seguito potrà essere ritirato.

Mentre il ritiro avviene sempre fisicamente presso lo sportello, la richiesta può essere fatta on-line. Basterà andare sul sito della Procura di Milano, compilare i dati richiesti e allegare:

– la fotocopia non autenticata del documento di riconoscimento del rappresentante legale,

– la fotocopia non autenticata dell’atto dal quale risulta la rappresentanza legale,

– visura camerale della società,

– eventuale delega, che va firmata e compilata correttamente, altrimenti si rischia di invalidare l’intero processo di richiesta e non sarà possibile, per l’ufficio del Casellario Giudiziale, rilasciare il certificato al tuo delegato.

Una volta inoltrata la richiesta online, sarà possibile ritirare il certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi Dipendenti da Reato dopo 15 giorni lavorativi. Il certificato, dalla data di rilascio, ha una validità di sei mesi.

NOTA BENE

Il Tribunale di Milano ha sospeso le urgenze, motivo per cui non ti sarà possibile richiedere questo certificato con il rilascio in giornata!

Per ritirare il certificato, basterà presentarsi di persona allo sportello dell’Ufficio del Casellario Giudiziale. Ricorda che l’ultimo numero viene erogato alle 12:30 e sono abbastanza fiscali.

Dovrai portare e presentare:

– una marca da bollo da 16 (te ne servirà una ogni due pagine di certificato), fatta eccezioni per i casi di esenzione,

– una marca da 3,92 per i diritti di certificato,

– un documento di identità del legale rappresentante,

– la visura camerale dell’azienda (non più vecchia di 6 mesi),

– la richiesta firmata dal richiedente.

Se poi la richiesta non viene inoltrata dal diretto interessato o dal suo rappresentante legale, per procedere al ritiro, il delegato dovrà presentare anche il modulo di delega debitamente compilato e firmato e la fotocopia del documento di identità del richiedente.

4.2. Via PEC (per le Pubbliche Amministrazioni)

Per le Pubbliche Amministrazioni e per i Gestori di Pubblici Servizi, le richieste di certificazioni del Casellario e dei Carichi Pendenti vanno indirizzate esclusivamente all’indirizzo PEC: casellario.procura.milano@giustiziacert.it.

Nella mail sarà necessario indicare su quale ente si intende effettuare il controllo e specificare nell’oggetto “illeciti amministrativi”.

Crediamo che ora tu sappia esattamente cosa si intende quando si parla di Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi Dipendenti da Reato e speriamo di averti fornito una panoramica completa di tutte i metodi a tua disposizione per richiederlo autonomamente a Milano.

Se però preferisci che sia un professionista ad inoltrare l’istanza per te e a ritirarlo, contattaci. Ti consigliamo di consultare il nostro blog: troverai tantissime guide sulle principali città italiane, tra cui Milano.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader