Certificato dei Carichi Pendenti dall’estero

È possibile richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti in Italia dall’estero, sia da parte di cittadini italiani, sia stranieri? La risposta è “Sì” per entrambi i casi e, in questo articolo, ti diciamo anche come fare.

NOTA BENE!

Oltre al Certificato dei Carichi Pendenti, i Certificati di competenza della Procura che sono richiedibili anche dall’estero sono: Certificato del Casellario Giudiziale, Certificato Penale del Casellario richiesto dal datore di lavoro e Certificato del Casellario Giudiziale Europeo.

1) Cos’è il Certificato dei Carichi Pendenti

Il Certificato dei Carichi Pendenti è un documento ufficiale rilasciato, in genere, dalla Procura competente per la residenza anagrafica dell’interessato, che permette di conoscere i procedimenti penali in corso a carico di un determinato soggetto, con le sole eccezioni previste dall’art. 27 del T.U. del Casellario.

Il documento riporta anche i procedimenti pendenti presso le procure distrettuali antimafia (DDA), ma solo di quelle di cui l’Ufficio presso cui fai la richiesta abbia ricevuto comunicazione. Non è, infatti, ancora stato attivato un Casellario Unico Nazionale dei Carichi Pendenti.

2) Come richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti dall’estero da parte di cittadini italiani

Per richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti dall’estero sono previste due modalità, indipendentemente dal Paese straniero in cui si trovi il richiedente:

  1. Per posta, inviando una domanda in carta semplice all’ufficio del Casellario Giudiziale presso il Tribunale che ha giurisdizione sul luogo di residenza dell’interessato;
  2. Seguendo la procedura per la richiesta del Certificato dei Carichi Pendenti online. Anche in questo caso dovrai selezionare l’Ufficio del Casellario della Procura competente per la località di residenza.

RICORDA!

Nel caso dei Carichi Pendenti, non ci sono divieti al rilascio da parte di una Procura diversa da quella competente per il luogo di residenza dell’intestatario, ma in tal caso il certificato riporterà i soli procedimenti pendenti in tale Procura.

Qualora il richiedente avesse motivo di pensare di avere pendenze in corso presso più uffici giudiziari, dovrà presentare richiesta di Certificato agli Uffici del Casellario di tutte le Procure della Repubblica interessate.

3) Documenti da presentare

La domanda di Certificato dei Carichi Pendenti dall’estero, quando effettuata per posta, deve contenere le seguenti informazioni, scritte in modo leggibile:

  • Dati anagrafici del richiedente;
  • Indirizzo presso cui spedire il certificato;
  • Se si ha diritto al rilascio gratuito per motivi di adozione, controversie di lavoro, ammissione al gratuito patrocinio o riparazione dell’errore giudiziario, oppure al rilascio con esenzione dal solo pagamento della marca da bollo. 

Bisogna, inoltre, allegare alla richiesta:

  • Fotocopia di un documento di identità valido del richiedente;
  • Prova del pagamento dell’importo complessivo per bolli, diritti e spese per la spedizione del certificato (vedi paragrafo successivo);
  • Busta già compilata con l’indirizzo dell’interessato, per la spedizione del certificato richiesto, senza francobolli;
  • Eventuali documenti che attestino il beneficio all’esenzione del pagamento delle marche da bollo.

4) Costi

Il costo per il rilascio del Certificato dei Carichi Pendenti dall’estero è lo stesso che per i Certificati richiesti dall’Italia: € 16 per marca da bollo e € 3,92 per diritti di certificato

Non è possibile fare richiesta del Certificato dei Carichi Pendenti urgente dall’estero!

NOTA BENE!

Le modalità di pagamento dell’importo dovuto per la richiesta dei Carichi Pendenti dall’estero e delle relative spese di spedizione variano a seconda del Paese da cui è richiesto il certificato e delle specifiche convenzioni in materia.

Sarà, dunque, necessario, informarsi preventivamente presso l’ufficio del Casellario Giudiziale a cui si invia la richiesta.

In ogni caso, evita sempre di inviare denaro!

5) Richiesta dei Carichi Pendenti in Italia da parte di cittadini stranieri

I cittadini stranieri residenti all’Estero che avessero bisogno di richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti in Italia, possono ricorrere alle stesse procedure dei cittadini italiani che si trovano all’Estero, ovvero richiesta del Certificato per posta oppure online, inoltrando, però, la domanda all’Ufficio del Casellario Giudiziale e Carichi Pendenti della Procura della Repubblica competente in base all’ultima residenza in Italia dell’interessato.

6) Conclusioni

Adesso, non dovrebbe essere più così difficile richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti dall’estero. Se avessi ancora dei dubbi, puoi ricorrere ai servizi di disbrigo pratiche di MultiLex.

Contattaci subito e spiegaci qual è la tua esigenza: se, oltre alla richiesta del Certificato dei Carichi Pendenti, avessi bisogno di tradurre il Certificato dei Carichi Pendenti in inglese o in un’altra lingua, oppure di ottenere la traduzione certificata, la traduzione giurata o asseverata o la traduzione legalizzata, possiamo tranquillamente occuparci anche di questo.

CONTATTACI!

Invia subito una e-mail con la tua richiesta a info@multilex.it, oppure compila il modulo che si trova nella pagina dei contatti.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 495 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 495 recensioni
×
js_loader