Certificato di matrimonio a Napoli

Se devi richiedere il tuo certificato di matrimonio e vuoi capire meglio di cosa si tratta e, soprattutto, in che modo poterne fare richiesta, questo articolo fa esattamente al caso tuo. Continua a leggere e scoprirai tutto quello che ti sarà necessario sapere per ottenere il tuo certificato di matrimonio a Napoli.

Se invece preferisci che ci occupiamo noi della richiesta e del ritiro di un certificato di matrimonio, contattaci pure, siamo a tua disposizione, anche per l’eventuale traduzione e legalizzazione dello stesso (se devi usarlo all’estero).

1. Cos’è

Giuridicamente parlando, il matrimonio è assimilabile a un contratto: ci sono due parti che prendono un impegno solenne e una terza che ufficializza il tutto con la sua autorità.

In Italia, esistono tre tipi di matrimonio, in base all’autorità che sigla il contratto. Ci sono i matrimoni civili (celebrati da un rappresentante dello Stato), quelli canonici (celebrati da un ministro di culto) e quelli concordatari (celebrati da un rappresentante di culto ma riportati nel Registro di Stato Civile).

È importante fare questa precisazione preliminare perché, se avessi bisogno di fare richiesta all’Anagrafe (e quindi a un organo statale) del tuo certificato di matrimonio, potrai procedere solo nel caso in cui il tuo sia stato un rito civile o concordatario. I matrimoni di tipo canonico, infatti, hanno valenza solamente per la Chiesa e per questo motivo lo Stato non può produrne una certificazione.

In quanto vero e proprio atto giuridico, il matrimonio – in caso di bisogno – può essere certificato attraverso un documento che viene prodotto dall’Anagrafe del tuo comune di riferimento: il certificato di matrimonio.

Elencati al suo interno troverai i dati anagrafici tuoi e del tuo coniuge e la data e il luogo in cui si è svolto il matrimonio.

Il certificato di matrimonio ha una validità di sei mesi dalla data del rilascio.

2. A cosa serve

Ora che sai in cosa consiste il certificato di matrimonio e quali sono le informazioni riportate al suo interno, potresti chiederti per quale motivo ti sia stato richiesto di presentarlo.

I motivi possono essere molteplici: potrebbe infatti esserti richiesto dalla banca per poter accedere a determinati servizi (come il caro vecchio mutuo), oppure potrebbe servire al tuo avvocato in caso stessi presentando una pratica di divorzio.

Ancora, potrebbe essere stata la scuola o la Regione a richiedertelo e, in tal caso, abbiamo un consiglio da darti: se è la Pubblica Amministrazione a esigere tale certificato, sei legittimato a presentare un’autocertificazione in cui tu stesso garantisci la veridicità delle informazioni riguardanti il tuo matrimonio.

Per ottenere la tua autocertificazione, ti basterà cliccare qui e scaricare il file in fondo alla pagina. Stampalo, compilalo, firmalo ed ecco a te l’autocertificazione pronta all’uso.

3. Chi può richiederlo

La certificazione di matrimonio può essere richiesta personalmente da un componente della coppia oppure si può scegliere di far inoltrare la richiesta da un terzo: per presentare la richiesta di certificato, infatti, basta conoscere i dati anagrafici di almeno uno dei coniugi.

La richiesta dovrà essere inviata al Comune in cui ha avuto luogo il matrimonio oppure al Comune in cui uno dei due coniugi aveva la residenza al momento del matrimonio.

Se invece il matrimonio è stato celebrato all’estero, nessun problema: basterà richiedere il certificato di matrimonio al Comune presso il quale è stato trascritto l’atto, specificando la data in cui è stato celebrato.

4. Come richiederlo a Napoli

Esistono molti modi per richiedere il certificato di matrimonio a Napoli. Che tu sia più o meno incline all’utilizzo delle tecnologia non è un problema: troveremo insieme il modo per te più comodo per ottenere il tuo certificato.

4.1. Presso gli sportelli dell’Anagrafe comunale

Il primo di questi metodi consiste nel recarsi fisicamente agli sportelli dell’Anagrafe disseminati sul territorio di Napoli. Qui il link dove potrai consultare l’elenco di tutti gli uffici divisi in base alla municipalità (insieme ai relativi numeri di telefono e indirizzi mail) così da poter trovare quello per te più comodo. Una volta scelto l’ufficio di riferimento, potrai procedere con l’inoltro della richiesta del tuo certificato di matrimonio.

Per farlo, come prima cosa, scarica e compila questo modulo. Dopodiché, recati presso l’ufficio da te scelto e presenta il tuo modulo insieme a un tuo documento d’identità (se stai inoltrando la richiesta per te stesso), oppure con la fotocopia del documento d’identità del richiedente (nel caso stessi inoltrando la richiesta per qualcun altro).

Se il certificato, in base alla destinazione d’uso, è in carta bollata, devi preventivamente acquistare una marca da bollo di euro 16,00 da apporre il giorno stesso del rilascio del certificato.

Una volta che il tuo modulo sarà stato accettato e la tua identità verificata, ti verrà consegnato il certificato di matrimonio.

4.2. On-line sul sito del Comune di Napoli

Se desideri velocizzare la procedura con la quale richiedere il tuo certificato di matrimonio, devi sapere che esiste la possibilità di farne richiesta anche on-line in maniera completamente gratuita e quasi istantanea sul sito del Comune di Napoli.

Per procedere con la richiesta del tuo certificato on-line, avrai bisogno della tua identità digitale per effettuare l’accesso sul sito del Comune: assicurati quindi di avere a portata di mano il tuo SPID, la tua CIE o il tuo CNS,  indispensabili  per poter usufruire del servizio digitale.

Una volta effettuato l’accesso, ti verrà richiesto di indicare per quale certificato stai inoltrando la richiesta (nel nostro caso specifica quindi che si tratta del certificato anagrafico di matrimonio).

Se, per la destinazione d’uso, il certificato è in carta bollata, occorre preliminarmente acquistare una marca da bollo di euro 16,00. L’identificativo univoco della marca da bollo (il codice identificativo di 14 cifre che si trova sulla marca) dovrà essere inserito nei dati della richiesta telematica del certificato e la validità del certificato stampato è vincolata all’applicazione della marca sul certificato. Dopodiché, ti basterà seguire la procedura indicata dal sito stesso e in pochi clic potrai scaricare il tuo certificato di matrimonio.

I certificati di matrimonio ottenuti seguendo la procedura on-line hanno lo stesso valore di quelli emessi dall’ufficio dell’Anagrafe.

4.3. On-line sul sito dell’ANPR

Dal 15 novembre 2021, è attivo il servizio offerto dall’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente che permette, grazie all’enorme banca dati a cui si appoggia, di richiedere gran parte dei certificati anagrafici direttamente dal portale dell’ANPR.

Per ottenere il tuo certificato di matrimonio attraverso il sito dell’ANPR (che potrai raggiungere attraverso questo link) avrai bisogno, come sempre, della tua identità digitale.

Anche in questo caso quindi, tieni pronto il tuo SPID, la tua CIE o il tuo CNS senza i quali non potresti effettuare l’accesso al portale.

Una volta effettuato il login, clicca sulla voce “Richiedi certificato” per accedere alla pagina dedicata alla richiesta dei certificati on-line.

Successivamente, si aprirà una schermata in cui ti verrà richiesto di specificare se stai presentando la domanda per te stesso oppure per un membro della tua famiglia.

Se stai inoltrando la domanda per te stesso, ti basterà selezionare il tipo di certificato che intendi richiedere dal menù a tendina, indicare se desideri che il tuo documento venga emesso in carta libera (e in tal caso dovrai scegliere dal menù a tendina il motivo per cui stai richiedendo l’esenzione dal bollo) oppure se desideri il documento in carta da bollo (con esenzione dall’imposta fino al 31/12/2022) e, infine, cliccare sulla voce “Ottieni certificato”.

In questo modo, così semplice e veloce, otterrai il tuo certificato di matrimonio che potrai scegliere di scaricare in formato PDF oppure di ricevere via e-mail.

4.4. Spedizione a domicilio

In caso non fossi in possesso di un’identità digitale e non potessi lasciare la tua abitazione o non avessi nessuno da delegare per inoltrare la richiesta al posto tuo, non devi preoccuparti.

Devi sapere, infatti, che il Comune di Napoli rende possibile la ricezione del proprio certificato di matrimonio direttamente a casa attraverso il servizio di spedizione a domicilio dei certificati.

Per poter usufruire di questo servizio, non dovrai far altro che inserire in una busta preaffrancata e indirizzata all’ufficio anagrafico della municipalità che sceglierai:

  1. il modulo di richiesta firmato e compilato in tutte le sue parti;
  2. una marca da bollo da 0,26 euro, se intendi ricevere il tuo certificato in carta semplice o una da 0,52 euro se la desideri in carta da bollo (se invece avessi bisogno del tuo certificato in carta legale, dovrai allegare una marca da bollo da 16 euro);
  3. la fotocopia del tuo documento d’identità oppure di quella del richiedente, in caso fossi stato delegato da qualcuno per inoltrare la richiesta al posto suo.

Dopo che la tua istanza verrà ricevuta dall’ufficio competente, saranno necessari fino a 30 giorni di attesa prima di ricevere il certificato a casa.

Ci auguriamo che dopo la lettura di questo articolo il certificato di matrimonio non abbia più nessun segreto per te. Ma noi ne abbiamo ancora uno da svelarti: puoi ottenere il tuo certificato senza muovere un dito. Contattaci e ci occuperemo di tutto noi, anche della sua eventuale traduzione e legalizzazione o apostille.