Certificato del Casellario Giudiziale a Napoli

Il certificato del Casellario Giudiziale è uno schedario istituito presso la Procura della Repubblica di ogni tribunale italiano. Se ti è stato richiesto di fornire il certificato e non sai da dove iniziare, questo articolo fa al caso tuo!

Qui di seguito troverai, infatti, tutte le informazioni riguardanti la natura di questo certificato e tutti i modi in cui ti sarà possibile richiederlo a Napoli, così che tu possa scegliere quello che ti è più comodo.

Inoltre, abbiamo attivato un servizio di consulenza telefonica gratuita: in 15 minuti troveremo la soluzione più adatta alle tue esigenze.

1. Cos’è

Il certificato del Casellario Giudiziale contiene tutti i provvedimenti in materia penale, civile e amministrativa che sono imputabili alla tua persona, quali:

  • tutte le condanne e i provvedimenti riguardanti l’esecuzione penale, 
  • tutti i provvedimenti relativi alla capacità della persona (interdizione giudiziale, inabilitazione, interdizione legale, amministrazione di sostegno),
  • tutti i provvedimenti relativi ai fallimenti avvenuti entro il 2007 ( dal 1°gennaio 2008, infatti, non sono più iscrivibili), 
  • espulsione dal territorio, revoca della cittadinanza e relativi ricorsi.

Per migliorare l’efficienza del Casellario giudiziale, dal 26 ottobre 2019 (ossia con l’entrata in vigore del D.L. n° 122/2018) ti verrà rilasciato un unico Certificato Generale, che ingloba al suo interno tutte le iscrizioni a tuo carico sul suolo nazionale ed europeo sino alla data del suo rilascio. A partire da quest’ultima, il certificato sarà valido per sei mesi.

2. A cosa serve

Il certificato del Casellario Giudiziale serve per attestare a terzi la tua situazione giudiziaria: potresti averne bisogno in caso di nuova assunzione, per poter procedere all’affidamento o all’adozione di minori, per inoltrare la richiesta propedeutica per l’ottenimento del  permesso di soggiorno, per acquisire il porto d’armi o, ancora, in caso volessi partecipare come candidato a delle elezioni politiche. Infatti, a partire dal 31 luglio 2021 (data di entrata in vigore della legge n° 108/2021) è possibile per i rappresentanti legali dei partiti o dei movimenti politici richiedere il certificato del Casellario Giudiziale dei candidati, per poterlo pubblicare sui propri siti web (ovviamente solo col consenso dell’interessato) insieme al curriculum vitae, al fine di fornire all’elettore la massima trasparenza possibile.

Ne avrai bisogno anche per richiedere il nulla osta consolare (indispensabile nelle pratiche di matrimonio con persone extracomunitarie e per quelle di immigrazione per i paesi extra UE).

Se invece a richiedertelo è la Pubblica Amministrazione, sarà sufficiente consegnare una tua autocertificazione in sostituzione del certificato emesso dall’ufficio Locale del Casellario Giudiziale (ai sensi dell’art. 46 D.P.R. 445/2000). Qui puoi trovare il modulo di autocertificazione che dovrai compilare.

3. Chi può richiederlo

Il certificato può essere richiesto anche da ogni privato cittadino maggiorenne, che può inoltrare la domanda personalmente oppure scegliere di appoggiarsi ad un’altra persona che dovrà presentare una fotocopia di un tuo documento di identità e il documento di delega che puoi scaricare qui e compilare.

Ricorda:

  • Se sei minorenne la domanda va presentata dal genitore esercente la potestà genitoriale;
  • Se l’intestatario del certificato è incapace di intendere e di volere, la domanda va presentata dal suo tutore legale, che deve esibire il decreto di nomina;
  • Se sei trattenuto in una struttura di detenzione o ti trovi in cura presso una comunità teraputica, potrai inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato. In caso fossi detenuto ma sprovvisto di documenti, la tua richiesta dovrà essere vista dall’Ufficio Matricola del carcere;
  • Se risiedi in un altro stato membro dell’Unione Europea (salvo il Portogallo, la Grecia, Malta e la Slovenia) grazie al Sistema Europeo di Scambio e di Interconnessione dei Casellari Giudiziali (ECRIS) tra stati membri, saranno le autorità del tuo paese di residenza a rilasciarti il certificato;
  • Se invece vivi in Portogallo, in Slovenia, in Grecia o a Malta, o in qualunque altro paese extra UE, devi presentare una domanda cartacea firmata in qualunque ufficio della Procura della Repubblica, ricordando di indicare le tue generalità, il motivo della richiesta e l’indirizzo presso il quale desideri ricevere il certificato. Espletando la pratica via posta dovrai sostenere, oltre al costo del certificato (€ 19,92) anche le spese di affrancatura per la spedizione (verso i Paesi europei pari a € 1,15, verso i Paesi extraeuropei € 2,40 e verso l’Oceania € 3,10);
  • Se lavori nell’abito dell’elettorato o politico, potrai ottenere il certificato compilando questo [Modulo dichiarazione sostitutiva uso candidatura].Per te i costi di rilascio saranno dimezzati: senza urgenza pagherai una marca da € 8,00 + una da € 1,96, con urgenza una marca da € 11,92.

4. Come richiederlo a Napoli

Nella regione Campania è attivo il progetto PASS (Punti di Accesso ai Servizi per il cittadino), sviluppato seguendo le linee del protocollo di intesa tra il Ministero della Giustizia e il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Tecnologica. Il progetto Pass ha lo scopo di rendere disponibili sul territorio il maggior numero possibile di Sportelli per il rilascio dei certificati giudiziari, come quello del Casellario Giudiziale.

Quindi se hai difficoltà a raggiungere la sede di circondario di competenza, potrai rivolgerti agli sportelli dislocati sul territorio, richiedere il certificato e ritirarlo presso lo stesso sportello. 

Per esempio, un Casellario Giudiziale per una persona residente a Napoli potrà anche essere richiesto all’Ufficio del Giudice di Pace di Nocera Inferiore e viceversa, senza necessariamente doversi recare presso l’ufficio di competenza territoriale (a differenza del Certificato dei Carichi Pendenti).

- 4.1. Presso il Nuovo Palazzo di Giustizia

A Napoli puoi richiedere il certificato del Casellario Giudiziale direttamente allo Sportello Certificati presso il Nuovo Palazzo di Giustizia, in Piazza E. Cenni n° 1. Ti consigliamo l’ingresso su via Grimaldi.

E ora, alcune informazioni utili sugli orari dello Sportello Certificati:

  • Apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30
  • Accettazione istanze: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30
  • Accettazione istanze urgenti: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00

Noi ti consigliamo di presentarti entro le 11.00 per evitare code ed avere accesso a tutte le possibilità.

Se volessi richiedere tu stesso altre informazioni puoi contattare la Procura di Napoli tramite:

Mail: casellario.procura.napoli@giustizia.it 

PEC: casellario.procura.napoli@giustiziacert.it.

Telefono: 081-2236111.

Ricorda che per presentare la richiesta dovrai avere con te:

  • Questo modulo che puoi stampare e precompilare a casa. In alternativa non preoccuparti, lo troverai anche allo sportello;
  • Un documento di identità in corso di validità, oppure, in caso fossi un cittadino extraeuropeo sprovvisto di passaporto, verrà richiesta una copia del permesso di soggiorno.

Oltre ai documenti di identità ti serviranno:

  • una marca da bollo da 16,00 € (una ogni due pagine di certificato),
  • una marca per i diritti di certificato da 7,84 € se il certificato è richiesto con urgenza, per riceverlo in giornata,
  • una marca da 3,92 € se il certificato è richiesto senza urgenza, con consegna entro 4 giorni lavorativi.

N.B. Il rilascio del certificato è gratuito se lo richiedi per poterlo esibire nelle controversie di lavoro o per motivi di previdenza e assistenza obbligatoria (art. 10 L. 533/73).

Per inoltrare la richiesta presentati allo sportello, specificando l’eventuale urgenza e corrispondendo le relative marche da bollo. L’ufficio verificherà la corrispondenza dei dati e ti comunicherà la data di rilascio del tuo certificato.

- 4.2. On-line

Puoi richiedere il certificato del Casellario giudiziale anche online, seguendo la semplice procedura che ti viene indicata nella nostra guida alla richiesta del Certificato del Casellario Giudiziale online.

Ti verrà richiesto di specificare a quale comune e a quale Ufficio del Casellario inoltrare la tua richiesta. 

Una volta indicato il comune presso il quale intendi presentare l’istanza, dovrai inserire i tuoi dati anagrafici. 

Come step successivo, poi, ti sarà richiesto di specificare di quale certificato hai bisogno.

Una volta indicato l’eventuale delegato, il sistema ti presenterà una pagina di riassunto dei dati appena inseriti e ti chiederà di confermare la richiesta.

Se la tua richiesta ottiene un esito positivo, verrai contattato dall’Ufficio del Casellario che ti comunicherà la data del rilascio.

Per il ritiro del tuo certificato,  dovrai recarti allo Sportello Certificati presso il Nuovo Palazzo di Giustizia, ingresso via Grimaldi.

Una volta allo sportello, consegna il modulo, scaricabile a questo link, debitamente compilato e firmato,  insieme alle marche da bollo necessarie (una marca da bollo da 16,00 € ogni due pagine di certificato  e una da  3,92 € per i diritti di cancelleria). Dopodiché ti sarà possibile ritirare il tuo certificato.

5. Modulo Standard Multilingue

Il “Modulo Standard Multilingue” è un documento attestante l’assenza di condanne penali nel tuo Paese di origine se vuoi presentare il certificato del casellario in un Paese Membro dell’UE e accompagna il certificato del casellario giudiziale italiano. 

Questo documento viene richiesto in specifiche circostanze, come la partecipazione a un bando o l’inizio di una procedura per ottenere una borsa di studio all’estero. Per ottenerlo, non devi fare altro che richiederlo presso la Procura che ha emesso il Certificato del Casellario.

6. Competenza territoriale

Nonostante questo tipo di certificato possa essere richiesto presso qualsiasi Procura italiana, ti elenchiamo i Comuni che rientrano nella competenza territoriale della Procura di Napoli:

  • Anacapri
  • Bacoli
  • Barano d’Ischia
  • Capri
  • Casamicciola Terme
  • Ercolano
  • Forio
  • Ischia
  • Lacco Ameno
  • Monte di Procida
  • Napoli
  • Portici
  • Pozzuoli
  • Procida
  • Quarto
  • San Giorgio a Cremano
  • Serrara Fontanta

Questo è tutto ciò che devi sapere per richiedere il certificato del Casellario Giudiziale a Napoli. Se però avessi bisogno di supporto o non potessi occuparti tu stesso di questa pratica, contattaci. Inoltre, il nostro team di Napoli potrà legalizzare o apostillare il documento in Procura della Repubblica e tradurlo per l’estero!

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 524 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 524 recensioni
×
js_loader