Estratto di matrimonio ad Asti

Richiedere l’estratto di matrimonio ad Asti sarà per te davvero un gioco da ragazzi dopo aver letto questa guida.

Se sai già di non aver modo di occuparti personalmente di questa pratica, puoi chiedere subito a noi, saremo felici di aiutarti. 

Il nostro team può occuparsi anche dell’ eventuale legalizzazione in Prefettura di Asti (che serve, in linea generale, per la presentazione del documento all’estero), nonché della successiva traduzione giurata, legalizzata o certificata.

1. Cos’è

L’estratto contiene, come il certificato di matrimonio, le informazioni legate alla cerimonia (data e luogo del rito) e i dati anagrafici dei coniugi ma, in aggiunta, raccoglie ulteriori informazioni, come, ad esempio:

– il riconoscimento di figli nati prima del matrimonio;

– il regime patrimoniale scelto;

– se c’è stata separazione o divorzio.

L’estratto di matrimonio ha una validità di 6 mesi dalla data del rilascio.

Questo documento, quando richiesto dalle Pubbliche Amministrazioni o dai Gestori di Pubblici Servizi, deve essere sostituito da un’autocertificazione. Accedi ai servizi del Comune di Asti effettuando il login con SPID, CIE, CNS. Una volta trovata l’autocertificazione di tuo interesse, stampala e compilala, in tutte le sue parti.

2. Chi può richiederlo

Ad Asti l’estratto di matrimonio può essere richiesto da uno degli intestatari dello stesso, ma anche da terzi muniti di delega.

L’importante è che chi lo richiede e lo ritira sia in possesso di un documento di identità valido e che il matrimonio sia stato registrato nel Comune di Asti.

3. Richiesta presso lo sportello

Come si avanza l’istanza? Semplice. 

Chiama il numero 0141 399 111 e segui la voce automatica: digita “1” per “Servizi Demografici” e poi “2” per “Ufficio Stato Civile” e chiedi un appuntamento presso l’Ufficio interessato (Stato Civile).

Il giorno dell’appuntamento, recati in Ufficio portando con te un tuo documento di riconoscimento in qualità di richiedente, eventuale delega in carta semplice accompagnata dalla copia del documento di riconoscimento del delegante (anche uno solo dei due coniugi).

Il rilascio dell’estratto di matrimonio è gratuito e, generalmente, a vista.

4. Richiesta tramite PEC

Sai che puoi avanzare la tua richiesta scrivendo all’indirizzo PEC protocollo.comuneasti@pec.it: allega il modello per le richieste dei certificato di Stato Civile, specifica nell’oggetto il motivo della tua richiesta (“Richiesta estratto di matrimonio”), indica le generalità dell’intestatario (anche uno solo dei due coniugi) del documento e allega una copia del suo documento di riconoscimento. Dopo 2/3 giorni lavorativi riceverai il documento, firmato in digitale, nella casella di posta elettronica.

5. Richiesta tramite posta ordinaria

Inserisci in un plico una busta preaffrancata di ritorno (indicando l’indirizzo al quale intendi ricevere il documento), il modello per le richieste dei certificati di Stato Civile compilato in tutte le sue parti e un tuo documento di riconoscimento.

Invia tutto a “Comune di Asti, Stato Civile, via Edmondo De Amicis, 8, CAP 14100”.

Purtroppo, in questo caso, i tempi di consegna non possono essere stimati perché dipendono dal carico di lavoro delle poste e, i costi da affrontare, riguardano esclusivamente i francobolli e il servizio postale.

Speriamo davvero di averti reso tutto più facile. Qui trovi i nostri contatti: saremo felici di aiutarti! 

Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 470 recensioni
×
js_loader