Guida alla Legalizzazione e Apostille presso la Prefettura di Lucca

Se stai leggendo questa guida è perché devi far legalizzare o apporre l’Apostille sui tuoi documenti, presso la Prefettura di Lucca e vuoi sapere nel dettaglio come ciò avvenga.

Leggendo questa guida minuziosa, conoscerai i passaggi da seguire per ottenere la legalizzazione o l’Apostille presso la Prefettura di Lucca, nel caso in cui quest’ultima sia l’autorità competente per la documentazione in tuo possesso.

1) Quali atti e documenti si legalizzano/apostillano presso la Prefettura di Lucca?

Dovrai rivolgerti alla Prefettura di Lucca per legalizzare o apostillare documenti se si tratta di:

  • Atti e documenti pubblici formati a Lucca e in Provincia di Lucca da far valere all’estero, fatta eccezione per gli atti notarili e giudiziari (per cui è invece competente la Procura della Repubblica di Lucca). Rientrano tra questi atti i certificati accademici (di laurea), i certificati anagrafici ed estratti di stato civile, le copie conformi di documenti ufficiali quando sono rilasciate da un segretario comunale o altro funzionario incaricato dal sindaco;
  • Atti e documenti emessi dalla Camera di Commercio di Lucca da utilizzare nei Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aia, e quindi da sottoporre alla formalità dell’Apostille in luogo della legalizzazione. Per gli atti e documenti emessi dalla Camera di Commercio di Lucca e da utilizzare nei Paesi non aderenti alla Convenzione dell’Aia, invece, sarà competente la Camera di Commercio stessa.

Tutti gli atti emessi da istituti pubblici e privati di Lucca e Provincia vanno legalizzati presso la Prefettura di Lucca. Tuttavia, gli atti emessi da istituti paritari (privati) di Lucca e Provincia, prima di essere legalizzati presso la Prefettura, devono essere autenticati presso l’ufficio scolastico regionale per la Toscana, sito in Piazza Guidiccioni 2, 55100 Lucca (contattabile anche mediante il centralino allo 0583.4221).

In alcuni casi la legalizzazione non è necessaria. Ad esempio, sono esenti dalla legalizzazione:

  • atti e i documenti emessi dalle autorità amministrative italiane da far valere nei seguenti Stati: Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Lettonia, Germania, Ungheria.
  • atti e documenti rilasciati dalle Ambasciate e dai Consolati italiani e da far valere nei Paesi che hanno aderito alla Convenzione Europea di Londra del 7 Giugno 1968, ossia: Austria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Moldova, Regno Unito, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Belgio. 
  • ai sensi del Regolamento (UE) 2016/1191, atti e documenti pubblici italiani, e le rispettive copie autentiche, da far valere negli Stati membri dell’Unione Europea, e riguardanti:
      • la nascita
      • l’esistenza in vita
      • il decesso
      • il nome
      • il matrimonio, compresi la capacità di contrarre matrimonio e lo stato civile
      • divorzio, separazione personale o annullamento del matrimonio
      • le unioni registrate, compresi la capacità di contrarre un’unione registrata e lo stato di unione registrata
      • lo scioglimento di un’unione registrata, la separazione legale o l’annullamento di un’unione registrata
      • la filiazione
      • l’adozione
      • il domicilio e/o la residenza
      • la nazionalità
      • l’assenza di precedenti penali
      • il diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni amministrative e alle elezioni del Parlamento europeo.

2) Come ottenere la legalizzazione o l'apostille personalmente?

Chiunque può presentare la richiesta di legalizzazione presso la Prefettura di Lucca. Per questo motivo, potrai recarti tu personalmente, oppure incaricare una terza persona, la quale non dovrà presentare alcun modulo di delega.

Per ottenere la legalizzazione dei tuoi atti e documenti presso la Prefettura di Lucca dovrai portare i documenti da legalizzare, e gli eventuali allegati, recanti firma in originale. È consigliabile accertarsi, prima di recarti all’Ufficio legalizzazioni, che tutte le firme da legalizzare siano depositate presso tale Prefettura.

N.B. Non è possibile legalizzare atti e documenti stampati, fotocopiati oppure firmati digitalmente.

Se i documenti sono formati da più pagine, dovranno riportare i timbri di congiunzione tra tutte le pagine, apposti dall’autorità che ha emesso i documenti.

Se devi legalizzare atti o documenti rilasciati da una rappresentanza diplomatica o consolare estera sita in Italia e da far valere in Italia (oppure in caso di atti o documenti formati in Italia e di per sé soggetti a marca da bollo sul territorio nazionale), dovrai presentare allo sportello anche una marca da bollo da 16 euro per ogni documento da legalizzare, in quanto tali documenti sono soggetti all’imposta di bollo.

I documenti consegnati per legalizzazione/Apostille vengono restituiti dopo due giorni e non c’è un limite al numero di documenti da legalizzare/apostillare.

Per ottenere la legalizzazione/Apostille, dovrai indicare lo Stato estero di destinazione. Se quest’ultimo è uno Stato aderente alla Convenzione dell’Aia del 1961, in luogo della legalizzazione verrà applicata la formalità delle Apostille. In questo caso, la procedura si concluderà in un unico passaggio. In caso contrario, la legalizzazione effettuata presso la Prefettura, richiederà un passaggio successivo di legalizzazione consolare presso l’autorità competente.

3) Come ottenere la legalizzazione per posta/corriere?

È possibile trasmettere per posta il documento avendo cura di indicare l’indirizzo al quale il documento dovrà essere restituito.

N.B. È possibile usufruire del servizio postale, trasmettendo per posta ordinaria o raccomandata la documentazione da legalizzare o apostillare, avendo cura di specificare lo Stato estero di destinazione (nel caso si tratti di documentazione italiana da valere all’estero) e di allegare una busta affrancata e indirizzata, oltre alle eventuali marche da bollo necessarie. Non è invece possibile ottenere la rispedizione tramite corriere, raccomandata e in generale qualunque forma che comporti per l’Ufficio legalizzazioni operazioni diverse dall’imbucare la busta di ritorno nella cassetta postale.

Dovrai spedire la busta al seguente indirizzo: Prefettura di Lucca – Ufficio Legalizzazione, Piazza Napoleone – 55100 LUCCA.

4) Informazioni utili sulla Prefettura di Lucca

L’Ufficio URP della Prefettura di Lucca, addetto al servizio di ricezione dei documenti consegnati personalmente per la legalizzazione/apostille si trova in via Via Vittorio Veneto – di fronte a Corte Campana (Camera di Commercio).

Telefono: 058 342 4612

Orari di apertura al pubblico:

• Lunedì dalle 09:00 alle 12:00
• Mercoledì dalle 09:00 alle 12:00

Se hai bisogno di assistenza per uno o tutti i punti spiegati sopra, contattaci, siamo qui per aiutarti.

    • Richiedi un preventivo o informazioni!


      Inserisci il tuo nome

      Indica una email funzionante

      L'oggetto della tua richiesta

      Il tuo messaggio

    • Roma

      Tel: Clicca qui, ti chiamiamo noi
      Email: info@multilex.it
      Via Properzio n. 5, c/o Regus
      00193 Roma

      Milano

      Tel: Clicca qui, ti chiamiamo noi
      Email: info@multilex.it
      Largo Francesco Richini 6, c/o Regus
      20122 Milano

      Salerno

      Tel: Clicca qui, ti chiamiamo noi
      Email: info@multilex.it
      Via Silvio Baratta, 149
      84134 Salerno

      Lucca

      Tel: Clicca qui, ti chiamiamo noi
      Email: info@multilex.it
      Via di Tiglio n. 1291
      55100 Lucca