Guida alla richiesta del Certificato dei Carichi Pendenti presso la Procura della Repubblica di Roma

In questa guida parliamo del Certificato dei Carichi Pendenti e di come richiederlo presso la Procura della Repubblica di Roma. Puoi richiedere il Certificato anche online e te lo spieghiamo in quest’altro articolo.

Puoi rivolgere la tua richiesta a qualsiasi ufficio locale del Casellario Giudiziale, senza dover fare riferimento al tuo luogo di nascita o di residenza. Se sei nato all’estero, invece, la Procura della Repubblica competente al rilascio è quella sita presso il Tribunale di Roma.
Se hai bisogno di aiuto per richiedere il Certificato dei Carichi Pendenti, contattaci.

1) Il Certificato dei Carichi Pendenti

Il Certificato dei Carichi Pendenti contiene “i procedimenti penali in corso a carico di un determinato soggetto e gli eventuali relativi giudizi di impugnazione” come indicato dal Ministero della Giustizia. I procedimenti penali riportati non fanno riferimento all’intero territorio nazionale, ma sono quelli in corso iscritti presso la Procura della Repubblica dove si richiede il certificato, nonché i procedimenti in corso presso le procure distrettuali antimafia (“DDA”) di cui tale Procura ha ricevuto comunicazione. 

Il certificato è valido per 6 mesi dalla data di rilascio.

2) Come richiederlo

Puoi presentare la richiesta all’Ufficio del Casellario Giudiziale personalmente o mediante un tuo delegato. Sia nel caso in cui vada tu personalmente, sia nel caso in cui vada un tuo delegato, dovrete mostrare un documento di identità in corso di validità. Il tuo delegato, tuttavia, oltre al proprio documento di identità, dovrà presentare anche una copia del tuo documento.

N.B: Se sei un cittadino extracomunitario sprovvisto di passaporto, invece, dovrai mostrare la copia del permesso di soggiorno.

In pochi casi particolari, in cui a dover presentare la domanda è qualcuno che non può farlo di persona, potrà inoltrare la richiesta chi ne faccia le veci. Ad esempio:

  • per i minorenni (età inferiore ai 16 anni), la domanda dovrà essere inoltrata dai genitori; 
  • per gli interdetti, ad inoltrare la domanda sarà il tutore, che deve dimostrare la propria nomina;

per le persone detenute, o inserite in una comunità terapeutica, si potrà ricorrere alla richiesta tramite delegato oppure per posta.

3) Moduli per la richiesta

Per inoltrare la richiesta dovrai compilare questo modulo da consegnare, poi, all’Ufficio del Casellario (di persona o mediante delegato).

Nell’apposito modulo dovrai indicare, tra le diverse opzioni presenti, il Certificato dei Carichi Pendenti. Successivamente, dovrai compilare il modulo con i tuoi dati, più alcune ulteriori informazioni (per esempio: il numero di copie che richiedi, l’eventuale esenzione dal pagamento del bollo, l’eventuale urgenza, gli estremi del documento di identità etc.).

Dovrai compilare il modulo di richiesta in stampatello.

Nel caso di delega, il delegato dovrà mostrare, oltre al modulo di richiesta, il modulo di conferimento della delega. Dovrai compilare il modulo, sempre in stampatello, con i dati del delegato, e dovrai allegare ad esso la copia non autenticata del tuo documento di identità. Il documento di identità del delegato, invece, potrà essere allegato in fotocopia, oppure potrà essere mostrato al momento della consegna della richiesta, dopo aver compilato nel modulo di delega gli appositi spazi relativi ai dati del documento.

Il delegante dovrà poi firmare il modulo di delega compilato.

4) Costi per ottenere il Certificato dei Carichi Pendenti

Per ottenere il certificato dovrai pagare:

  • € 3,87 per diritti di certificato;
  • € 16 per ogni marca da bollo (una ogni due pagine di certificato).

Se richiedi il certificato con urgenza dovrai pagare:

  • ulteriori € 3,87 per diritti di urgenza.

Pagando i diritti d’urgenza, il ritiro sarà possibile nel giorno lavorativo successivo alla richiesta. Mentre senza urgenza dovrai attendere dai 3 ai 5 giorni lavorativi.

Nota bene: esistono casi in cui il rilascio del certificato sarà gratuito, per cui non dovrai pagare né il bollo né i diritti di certificato. Ad esempio:

  • quando richiedi il certificato per procedure di adozione, controversie di lavoro, previdenza ed assistenza obbligatorie; 
  • per esibirlo in un procedimento nel quale l’interessato è ammesso a beneficiare del gratuito patrocinio; 
  • per unirlo alla domanda di riparazione dell’errore giudiziario.

Se hai diritto all’esenzione del pagamento del bollo o dei diritti di certificato, devi mostrare la documentazione necessaria a dimostrare tale diritto.

Nei casi presenti nella tabella Allegato B del  D.P.R. 642/72 non sarà richiesto il pagamento delle marche da bollo.

5) Richiesta e ritiro presso l’Ufficio del Casellario Giudiziale di Roma

Per inoltrare la richiesta del Certificato dei Carichi Pendenti personalmente, o con delega, ci si dovrà recare all’Ufficio del Casellario Giudiziale di Roma muniti degli appositi moduli, debitamente compilati ed accompagnati dai documenti di identità. Ad ogni modo, bisognerà presentarsi muniti di documento di identità in originale, perché questo dovrà essere mostrato alla guardiola antistante l’Ufficio.

Giunti all’ingresso dell’Ufficio, si dovrà ritirare il numeretto eliminacode. Alla sinistra della macchinetta che eroga i numeretti ci saranno gli sportelli dove acquistare i diritti di certificato (e l’eventuale diritto d’urgenza). Alla destra della macchinetta, invece, troverai gli sportelli adibiti alla richiesta.

Una volta presentata la richiesta, ti verrà indicato dal cancelliere quali sono i diritti da acquistare e presentare allo sportello.

Le marche da bollo necessarie ti verranno indicate dal cancelliere al momento della richiesta e dovrai apporle solo al momento del ritiro del certificato. Per questo motivo potrai acquistarle anche in un secondo momento e non necessariamente presso lo sportello dell’Ufficio del Casellario Giudiziale dove avrai già acquistato i diritti. Ti ricordiamo che le marche da bollo possono essere acquistate presso qualsiasi punto vendita autorizzato a vendere beni soggetti al monopolio (come i tabaccai, ad esempio).

Come già anticipato, per poter ritirare il Certificato dei Carichi Pendenti dovrai attendere dai 3 ai 5 giorni lavorativi (oppure 1, in caso di urgenza), salvo diversa indicazione da parte del cancelliere che accoglie la tua richiesta. Lo sportello adibito al ritiro dei certificati si trova vicino allo sportello dove avrai inoltrato la richiesta.

6) Informazioni utili sull'Ufficio del Casellario Giudiziale di Roma

L’Ufficio del Casellario Giudiziale della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma è sito in Via Mario Amato n. 13/15 (vicino Piazzale Clodio).

Orari: 

Lunedì:      9.00 – 15.00

Martedì:     9.00 – 13.00

Mercoledì:  9.00 – 13.00

Giovedì:     9.00 – 15.00

Venerdì:     9.00 – 13.00

N.B. nel periodo estivo l’orario cambia. L’Ufficio resterà aperto dalle 9.00 alle 13.00.

Nel caso in cui tu non abbia tempo di chiedere e ritirare il certificato dei Carichi Pendenti presso il Casellario Giudiziale, possiamo farlo al posto tuo, contattaci o compila il modulo in questa pagina.

Un membro del nostro team si occuperà di richiedere e ottenere il certificato che, munito di eventuale traduzione, potrà essere ritirato presso una delle nostre sedi oppure verrà spedito all’indirizzo da te indicato.

  • Richiedi un preventivo o informazioni!


    Inserisci il tuo nome

    Indica una email funzionante

    L'oggetto della tua richiesta

    Il tuo messaggio (per le traduzioni, indica il Paese e la lingua di destinazione)
  • Roma

    Tel: +39 06 8336 1079
    Email: info@multilex.it
    Via Properzio n. 5, c/o Regus
    00193 Roma

    Salerno

    Tel: +39 081 1840 9275
    Email: info@multilex.it
    Via Attilio Barbarulo n. 63
    84014 Nocera Inferiore (SA)