Attestato di Libera Vendita alla Camera di Commercio di Torino

Che cos’è l’Attestato di Libera Vendita e come richiederlo alla Camera di Commercio di Torino? Leggi questa guida e scopri la risposta!

Se vuoi, puoi delegare a dei professionisti del settore questa richiesta. Il nostro team può anche occuparsi, eventualmente, della legalizzazione in Prefettura o Camera di Commercio e successiva traduzione legalizzata, certificata o giurata.

Puoi anche contattarci per una consulenza telefonica gratuita: prenota una chiamata!

1. In cosa consiste

L’Attestato di Libera Vendita è un documento (valido per sei mesi dalla data di rilascio) attestante la libera vendita e commercializzazione dei prodotti sul territorio italiano e dell’Unione europea. Questo documento è una dimostrazione del fatto che il prodotto sia già commercializzato nel territorio dell’Unione Europea.

Inoltre, se la richiesta di questo documento riguarda più Stati, non potrà essere emesso un unico attestato bensì verranno emessi più attestati con un numero diverso di protocollo. 

Viene rilasciato dalla Camera di Commercio dove l’impresa richiedente ha la propria sede legale o un’unità locale. L’Attestato di Libera Vendita non può sostituire alcuni certificati rilasciati dal Ministero della Salute riguardanti alcune specifiche categorie di prodotti merceologici. I prodotti cui si fa riferimento sono, ad esempio: dispositivi medici e medico diagnostici in vitro, che richiedono attestazioni di conformità (marcatura CE), prodotti cosmetici, prodotti biocidi (disinfettanti e preservanti e altri prodotti biocidi), presidi medico chirurgici, integratori alimentari, alimenti addizionati, formule lattanti, alimenti senza glutine, latti di crescita, alimenti a fini medici speciali, medicinali (certificazione di prodotto farmaceutico), prodotti e animali sottoposti alla certificazione sanitaria per l’esportazione ed altri prodotti che dovessero ricadere nella competenza di certificazione medico sanitaria o fitosanitaria.

Ne consegue, quindi, che se l’Attestato di Libera Vendita viene richiesto per i prodotti sopra elencati (il cui elenco non si ritiene completo), le Camere di Commercio possono apporre, sulla dichiarazione di libera vendita resa dall’impresa interessata, esclusivamente un visto dei poteri di firma.

Infine, l’Attestato di Libera Vendita può essere sostituito da una dichiarazione su carta intestata resa dall’impresa con firma del legale rappresentante sulla quale è possibile apporre il visto potere di firma.

2. Come richiederlo alla Camera di Commercio di Torino

L’Attestato di Libera Vendita viene rilasciato dalla Camera di Commercio di Torino dietro presentazione di questo modulo di richiesta scritto su carta intestata.

Una volta scaricato e compilato il modulo, è necessario inviarlo tramite PEC all’indirizzo internazionalizzazione@to.legalmail.camcom.it e, per conoscenza, anche a sviluppo.competitivita@to.camcom.it.

Se occorre richiedere l’Attestato di Libera Vendita in lingua inglese o spagnola, bisogna specificarlo nel corpo della PEC.

Alla PEC, inoltre, bisogna allegare:

– copia del documento di identità del richiedente;

dichiarazione per la Camera di Commercio;

– elenco dei principali clienti comunitari;

– copia delle fatture di vendita in Italia o nell’Unione Europea (degli ultimi tre mesi) dei prodotti per i quali si chiede il documento.

3. Costi e modalità di ritiro

Il costo è di euro 3,00. 

Il pagamento può essere effettuato:

– attraverso PagoPA. L’ufficio provvederà ad inviare tramite e-mail l’ avviso di pagamento.

– in contanti presso lo Sportello Documenti Estero (terzo piano);

– con carta di credito o Bancomat presso lo Sportello Documenti Estero (terzo piano).

Il rilascio avviene dopo 3 giorni lavorativi a decorrere dalla ricezione del modulo di richiesta inviato tramite PEC. Il ritiro avviene presso la Camera di commercio di Torino (terzo piano). Prima di recarti in CCIAA aspetta di ricevere una PEC attraverso cui ti verrà fornito un appuntamento da un funzionario incaricato.

Per il ritiro puoi delegare un terzo oppure un corriere. In questo ultimo caso devi inviare la lettera di vettura a documenti.estero@to.camcom.it, specificando che si deve ritirare l’Attestato di Libera Vendita. 

Inoltre, una volta effettuato il pagamento, il documento può anche essere inviato tramite e-mail in versione scannerizzata. La versione cartacea potrà poi essere ritirata successivamente secondo le modalità sopra descritte.

Ecco a te i nostri contatti nel caso tu voglia delegare dei professionisti del settore!

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 511 recensioni
×
js_loader