Certificato Camerale alla Camera di Commercio di Palermo ed Enna

Abbiamo pensato di scrivere questa guida tenendo conto di tutte le informazioni utili per poter richiedere un Certificato Camerale alla Camera di Commercio di Palermo  ed Enna. 

Dato che questa richiesta può essere avanzata anche da terzi delegati, noi ti lasciamo i nostri contatti. Inoltre, il nostro team di esperti può occuparsi anche dell’eventuale legalizzazione in Prefettura e successiva traduzione giurata, legalizzata o certificata.

1. Il Certificato Camerale

Se devi richiedere un Certificato Camerale è sicuramente perché devi certificare  l’iscrizione di un’impresa all’interno del Registro delle Imprese conservato dalla Camera di Commercio.

Infatti, il Certificato Camerale è un documento di notevole importanza che contiene tutte le informazioni camerali dell’impresa come, ad esempio: il numero di iscrizione al registro imprese o al REA, la denominazione dell’impresa, il codice fiscale, la sede, la data di costituzione, il capitale sociale, l’oggetto sociale, la descrizione dell’attività, i dati anagrafici dei titolari di cariche.

Sappi che i Certificati Camerali non possono essere prodotti alle Pubbliche Amministrazioni. Puoi autocertificare i fatti attraverso questa dichiarazione sostitutiva di certificazione o richiedendo la Visura Camerale.

La Visura Camerale, come il Certificato Camerale, contiene tutte le informazioni economiche e giuridiche dell’impresa ma, differentemente da esso, viene rilasciata in carta semplice e non ha valore legale.

2. Diversi tipi di Certificato Camerale

Presso la Camera di Commercio di Palermo ed Enna è possibile richiedere diverse tipologie di certificati, purché l’impresa richiedente sia in regola con il pagamento del diritto annuale. 

Abbiamo il Certificato Camerale:

ordinario, riporta tutte le informazioni dell’impresa;

storico, contenente tutti i dati del Certificato Camerale ordinario ma con l’aggiunta di tutte le modifiche effettuate dal 19/02/1996 in poi;

fallimentare, attraverso cui si attesta l’ assenza di procedure concorsuali;

dei poteri personali, uguale al Certificato Camerale Ordinario, ma con la possibilità di inserire il nominativo di una o più persone in carica (ad esempio l’amministratore, il procuratore, il direttore tecnico) con i relativi poteri, se specificati.

Inoltre, per le imprese iscritte all’Albo artigiani è possibile richiedere il:

Certificato artigiano uso previdenziale (detto anche “uso INPS”);

Certificato artigiano uso finanziamento (utile per la richiesta di finanziamenti agevolati per la categoria degli artigiani).

3. Come richiederlo presso la CCIAA di Palermo ed Enna

Per richiedere un Certificato Camerale presso la CCIAA di Palermo ed Enna recandoti al primo piano dell’edificio senza appuntamento, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e il mercoledì anche di pomeriggio, dalle ore 15:00 alle ore 17:00.

Il rilascio del certificato è a vista.

4. Costi

I costi per ottenere un Certificato Camerale sono euro 16,00 (ogni 100 righe o frazioni) per marche da bollo cui aggiungere euro 7,00 per i diritti di segreteria se si tratta di certificato camerale storico ed euro 5,00 per tutti gli altri.

L’imposta di bollo è assolta in modo virtuale e viene pagata allo sportello insieme al diritto di segreteria, quindi non devono essere acquistate preventivamente le le marche da bollo.

Inoltre, è possibile richiedere un certificato esente da bollo fornendo gli estremi della legge che prevede l’esenzione (si pensi ad operazioni di credito, cooperative sociali ed ONLUS).

Contattaci, saremo felici di aiutarti. Ti ricordiamo che possiamo provvedere anche all’eventuale legalizzazione in Prefettura e successiva traduzione giurata, legalizzata o certificata.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 263 recensioni
js_loader