Certificato del Casellario Giudiziale a Barletta

Ti trovi a Barletta e devi richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale? Fermo restando che il Casellario Giudiziale può essere richiesto all’Ufficio del Casellario di qualsiasi Procura della Repubblica Italiana, qualora volessi richiederlo a Barletta, dovrai fare riferimento alla Procura della Repubblica di Trani. 

In ogni caso, per tua conoscenza, ti elenchiamo i Comuni che rientrano nella competenza territoriale della Procura di Trani: 

  • Andria
  • Barletta
  • Bisceglie
  • Canosa di Puglia
  • Corato
  • Minervino Murge
  • Molfetta
  • Ruvo di Puglia
  • Spinazzola
  • Terlizzi
  • Trani

Leggi questo articolo per sapere come richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale alla Procura di Trani.

Qualora volessi richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale dall’estero segui il link per sapere come si fa oppure chiedi direttamente a noi inviando una e-mail a info@multilex.it.

1) Cos’è il Casellario Giudiziale

Il Casellario Giudiziale non è altro che un archivio istituito presso la Procura della Repubblica di ogni Tribunale, che raccoglie e conserva gli estratti di alcuni provvedimenti di condanna dell’Autorità giudiziaria e amministrativa, per consentire la conoscenza dei “precedenti” di ciascun soggetto. 

Tutte le informazioni raccolte dai Casellari Locali confluiscono, poi, in un Casellario Unico Centrale, istituito presso il Ministero della Giustizia: in questo modo, qualora avessi bisogno di richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale, puoi tranquillamente fare richiesta all’Ufficio del Casellario di qualsiasi Procura d’Italia.

Oltre ai cittadini italiani e stranieri, anche i seguenti soggetti possono richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale riguardo terzi: 

  • La Pubblica Amministrazione e i Gestori di Pubblici Servizi, qualora la richiesta sia necessaria per lo svolgimento delle loro funzioni; 
  • Il datore di lavoro, riguardo persone che debbano essere impiegate per lo svolgimento di attività professionali o volontarie che comportino contatti diretti con minori;
  • Il difensore dell’imputato, autorizzato dal giudice procedente, riguardo la persona offesa o il testimone.

2) Come si richiede il Certificato del Casellario Giudiziale

Esistono diversi modi per richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale in Italia, da parte di cittadini italiani e stranieri.  

Queste modalità sono valide anche per presentare l’istanza all’Ufficio del Casellario della Procura di Trani: vediamole, dunque, insieme nei paragrafi che seguono.

2.1) Richiesta di persona allo sportello

Puoi richiedere il Certificato del Casellario recandoti di persona all’Ufficio del Casellario di qualsiasi Procura d’Italia e presentando allo sportello, negli orari di apertura, i seguenti documenti:

  • Il modulo di richiesta, debitamente firmato e compilato con i tuoi dati anagrafici e tutte le altre informazioni richieste (tipo di certificato, numero di copie, richiesta urgente o non urgente, etc.);
  • Un tuo documento di riconoscimento valido (patente, carta d’identità, passaporto o permesso di soggiorno, qualora fossi un cittadino extracomunitario).

Qualora volessi presentare l’istanza alla Procura di Trani, il Front Office dell’Ufficio Locale del Casellario si trova in Via Accademia, 10 (alle spalle di Piazza Duomo, 10 a Trani); gli orari di apertura sono: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 11:45.

Telefono: 0883.505239.

La Procura della Repubblica di Trani è territorialmente competente per i seguenti Comuni: Andria, Barletta, Bisceglie, Canosa di Puglia, Corato, Minervino Murge, Molfetta, Ruvo di Puglia, Spinazzola, Terlizzi e Trani. Detto questo, come sopra menzionato, il certificato del Casellario Giudiziale può essere richiesto in qualsiasi Procura, al di là della tua residenza.

2.2) Richiesta allo sportello tramite un delegato

Qualora non potessi presentare l’istanza di persona allo sportello, puoi delegare una persona di fiducia; in questo caso, dovrai allegare al modulo di richiesta anche:

  • Il modulo per il conferimento della delega, debitamente firmato e compilato; all’interno del modulo dovrai già specificare se il delegato potrà procedere anche al ritiro del Certificato oppure no;
  • Una fotocopia fronte-retro del tuo documento di identità;
  • Una fotocopia (o gli estremi) del documento di riconoscimento del delegato, che dovrà, poi, provvedere a esibirlo di persona ai funzionari dell’Ufficio.

RICORDA!

Nel caso di minori, la domanda deve essere compilata dal genitore esercente la patria potestà.

2.3) Richiesta per posta

Puoi fare richiesta del Certificato del Casellario Giudiziale anche per posta, indirizzando la richiesta all’Ufficio del Casellario presso cui vuoi presentare la domanda (in questo caso, quello della Procura di Trani).

La domanda dovrà contenere, oltre al modulo di richiesta debitamente compilato:

  • Una fotocopia fronte-retro del tuo documento di identità;
  • Le marche da bollo necessarie a coprire i costi (vedi il paragrafo successivo);
  • Una busta già affrancata e riportante l’indirizzo dove vuoi che il certificato, una volta pronto, ti venga spedito.

NOTA BENE!

La procedura di richiesta per posta è ammessa anche per i detenuti, ai quali è consentito di provvedere alla domanda anche tramite un delegato.

2.4) Richiesta online

È consentito, infine, richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale online attraverso il servizio “Prenota Certificato” del sito del Ministero della Giustizia.

Anche in questo caso, però, dovrai selezionare uno degli Uffici del Casellario presenti presso le Procure d’Italia; ti consigliamo, dunque, di verificare prima, attraverso il sito del Ministero, se, presso l’Ufficio in cui vuoi richiederlo, sia stata già attivata la procedura di richiesta per via telematica.

Nel caso dell’Ufficio del Casellario della Procura di Trani, tale servizio risulta disponibile: i documenti da presentare, così come i costi, sono gli stessi che abbiamo visto nelle modalità di presentazione allo sportello.

RICORDA!

Attraverso le procedure descritte sopra, il cittadino italiano può richiedere anche: il Certificato dei Carichi Pendenti, la Visura del Casellario Giudiziale (documento gratuito rilasciato in forma anonima), il Certificato del Casellario Giudiziale Europeo.

I cittadini stranieri, invece, possono richiedere, oltre al Casellario Giudiziale, i Carichi Pendenti, la Visura e l’Informazione con valore legale sui precedenti penali europei.

3) Costi per l’emissione del Certificato del Casellario Giudiziale

Vediamo ora i costi per il rilascio del Certificato del Casellario Giudiziale a Barletta: € 19,92 per marca da bollo (una ogni 2 pagine) e diritti di certificato, cui sono da aggiungere altri € 3,92 solo nel caso di richiesta urgente. 

Per la sola richiesta per posta, dovrai aggiungere anche le spese di affrancatura (€ 1,15 per spedizione in Italia o € 2,40 per spedizione verso i Paesi extraeuropei).

NOTA BENE!

Tali costi sono dovuti anche in caso di mancato ritiro del certificato; puoi essere esonerato dal pagamento delle marche da bollo e dei diritti (non delle spese postali nel caso di richiesta che prevede la spedizione) solo in alcuni casi, ad esempio qualora dovessi richiedere il Certificato del Casellario per esibirlo in una procedura di adozione, nelle controversie di lavoro e in un procedimento in cui sei ammesso a beneficiare del gratuito patrocinio.

4) Tempi di rilascio del Casellario Giudiziale a Barletta e altre informazioni utili

Presso l’Ufficio del Casellario della Procura di Trani, i Certificati del Casellario “urgenti” sono rilasciati entro 3 giorni lavorativi dalla richiesta, quelli non urgenti entro 5 o 6 giorni lavorativi.

ATTENZIONE!

Sul sito della Procura di Trani si avvisa che per il periodo che va dal 24.04.2023 al 02.11.2023, il deposito e rilascio dei Certificati sarà effettuato presso l’Ufficio Front Office sito alle spalle del Palazzo di Giustizia.

5) Conclusioni

Richiedere il Certificato del Casellario Giudiziale alla Procura della Repubblica di Trani non è affatto difficile: qualora avessi dei dubbi o non potessi procedere tu stesso alla domanda, puoi delegare anche una società di servizi privata come la nostra.

Noi ci occuperemo di presentare, per tuo conto, la richiesta di Certificato e provvederemo anche al suo ritiro: tutto quello che devi fare è firmare l’atto di delega.

Il nostro obiettivo, infatti, è facilitare l’accesso, da parte dei cittadini, ad alcuni servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione: gli ostacoli che, infatti, si possono trovare, quando si ha a che fare con la burocrazia, sono così tanti da rendere difficili anche le procedure più semplici.

CONTATTACI!

Ti serve una traduzione oppure devi legalizzare un certificato, una traduzione oppure un atto? Possiamo aiutarti anche in questo: invia una e-mail con la tua richiesta a info@multilex.it oppure compila l’apposito modulo nella pagina dei contatti. 

Sarai ricontattato velocemente da un nostro addetto per soddisfare ogni tua richiesta.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader