Certificato di Origine alla Camera di Commercio di Roma

Devi richiedere un Certificato di Origine presso la Camera di Commercio (anche detta CCIAA) di Roma?

Bene! Leggi questa guida e contattaci se vuoi delegare un membro del nostro team. Possiamo occuparci anche dell’eventuale legalizzazione in Prefettura o Camera di Commercio e successiva traduzione legalizzata, certificata o giurata.

1. In cosa consiste

Il Certificato di Origine è un documento che accompagna la merce in esportazione e ne certifica il luogo di produzione, estrazione o fabbricazione.

Questo documento va richiesto alla Camera di Commercio dove l’impresa richiedente ha la sede legale o un’unità locale.

In casi eccezionali e dietro autorizzazione della Camera di Commercio territorialmente competente, il Certificato di Origine può essere richiesto alla Camera di Commercio dove è situata la merce da spedire all’estero.

Inoltre, attraverso questo documento, è possibile certificare anche il luogo in cui è stata eseguita l’ultima trasformazione importante volta a modificare la forma o la destinazione d’uso del prodotto terminato.

Questo documento deve essere utilizzato solo per i rapporti tra Paesi UE e Paesi extra UE dato che, per i rapporti intercorrenti tra i Paesi UE, è necessario che le merci siano accompagnate dalla fattura di vendita, sulla quale è prassi attestare  l’origine delle merci.

Generalmente, questo documento viene rilasciato quando sussiste un accordo riguardo i benefici daziari fra il Paese esportatore e quello importatore. Nel caso in cui non sussista alcun accordo, il Certificato di Origine serve ad identificare il luogo preciso di produzione del bene oppure il luogo in cui la merce ha subito l’ultima trasformazione importante.

Invece, se esistono accordi tra i due Paesi, l’origine delle merci viene attestata dalle autorità doganali sulla base degli stessi accordi e, in questo caso, il Certificato di Origine non è necessario.

2. Come richiederlo alla Camera di Commercio di Roma

Per richiedere il Certificato di origine devi utilizzare necessariamente la modalità telematica Cert’O (previa registrazione al sito registroimprese.it e dietro possesso di firma digitale formato “Pades”).

In caso di delega occorre allegare questo modulo alla pratica telematica.

La Camera di Commercio, dopo aver  terminato l’istruttoria (circa 30 giorni lavorativi), produrrà il Certificato inviandolo tramite PEC: sarà l’impresa a doverlo stampare tramite il servizio di “Stampa in azienda”.

Per le procedure che richiedono modalità di compilazione specifiche (cioè triangolazioni commerciali, acquirente italiano, certificato di origine a posteriori cioè merce già presso il cliente estero, certificato di origine proforma, smarrimento del certificato di origine e richiesta del duplicato, annullamento o sostituzione di un certificato di origine già rilasciato, merci usate, rappresentante fiscale, cliente comunitario e destinazione finale extracomunitaria e cliente comunitario), consulta questa pagina (scorri in basso e clicca su “Casistiche particolari”).

Inoltre, sono previste regole particolari per i seguenti Paesi: Nigeria, Brasile, Egitto, Cina e Iraq.

Devi sapere che è possibile fare richiesta di un unico Certificato di Origine per più fatture solo quando il cliente è unico e la spedizione è unica. In caso contrario, bisogna fare richiesta del Certificato di Origine per ogni fattura. Ogni Certificato deve essere richiesto e utilizzato per un’unica spedizione.

3. Costi

Il costo del Certificato di Origine è di:

– euro 5,00 per l’originale e ciascuna copia (senza la legalizzazione di firma);

– euro 8,00 per l’originale e ciascuna copia (con la legalizzazione di firma).

Nel caso di stampa su carta bianca (grammatura minima 64 g/m2) vi è un costo aggiuntivo di euro 5,00. In questo caso, il sistema invierà un file PDF con l’originale e la copia del Certificato di Origine grazie alla quale sarà possibile effettuare la stampa di tutte le eventuali successive copie necessarie, senza ulteriori costi e senza la necessità di inserire su Cert’O il numero di copie richieste. In caso di stampa su formulario, ogni copia aggiuntiva oltre all’originale ha un costo di euro 5,00.

Il pagamento può essere effettuato:

a. utilizzando iConto, il conto online gratuito di Infocamere, ricaricabile con bonifico. Il sistema tratterrà in automatico il pagamento;

b. online, attraverso il conto “Diritti” di registroimprese.it, ricaricabile con carta di credito;

c. con carta di credito, bonifico, PayPal o Satispay al momento dell’invio della pratica, attraverso la piattaforma PagoPA.

Ecco a te i nostri contatti. Il nostro motore di ricerca ti aspetta: abbiamo scritto moltissimi articoli sulle principali procedure burocratiche, anche su Roma.

Richiedi un preventivo

Richiedi la consulenza
Fai da te

Trova la tua pratica nella barra di ricerca e segui le nostre guide passo dopo passo per richiedere la tua pratica in autonomia

Ricerca in Multilex
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 510 recensioni
×
js_loader