Estratto di morte a Roma

Hai bisogno di richiedere un estratto di morte nel Comune di Roma e non sai da dove cominciare? Parti con noi da questo articolo!

Proseguendo nella lettura ti spiegheremo come fare per ottenerlo in completa autonomia.

Se invece cerchi una scorciatoia, puoi  rivolgerti al nostro servizio di disbrigo pratiche e delegare a noi ogni pensiero. Nel caso in cui tu debba presentare l’estratto di morte all’estero e ti occorra la legalizzazione dello stesso in Prefettura e la relativa traduzione (giurata, certificata o legalizzata), sappi che ci occupiamo anche di questo.

Infine, puoi prenotare una chiamata gratuita di 15 minuti in cui ti forniremo una consulenza su misura per la tua problematica.

1. Cos’è

Questo documento anagrafico è un certificato di Stato Civile che riporta quanto redatto dall’ufficiale di Stato Civile che ha compilato l’atto di morte cui si riferisce.

Al suo interno riporta i dati del defunto, le informazioni riguardo il luogo, il giorno e l’orario del decesso ma anche altre annotazioni, dette marginali, come lo stato civile e l’ultimo Comune di residenza dell’intestatario.

Per sua natura, ha validità illimitata.

Possiamo richiedere per te anche il certificato di morte oppure la copia integrale dell’atto di morte. Leggi anche il nostro articolo sulla richiesta dell’estratto di morte plurilingue o internazionale.

2. Chi può richiederlo

In generale, un estratto di morte può essere richiesto da ogni cittadino italiano in possesso di un valido documento di identità e dei dati anagrafici della persona  defunta cui l’estratto è intestato.

Proprio per questo, per ottenerlo, al richiedente sarà sufficiente presentare uno dei suoi documenti di identità in corso di validità.

Anche il ritiro potrà essere delegato: il richiedente, se non potrà recarsi personalmente a ritirare l’estratto, potrà incaricare una terza persona. Quest’ultima, munita di delega, dovrà presentare un proprio documento di riconoscimento per poter ricevere l’estratto.

3. Come richiederlo

Il Comune di Roma eroga gli Estratti per Riassunto solo in presenza: bisognerà infatti recarsi fisicamente presso gli sportelli del proprio Municipio per farne richiesta e ottenerlo.  Chi non abita a Roma o è impossibilitato, potrà farne richiesta tramite pec.

Ma vediamo nel dettaglio cosa serve fare per ognuna di queste modalità.

3.1. Presso gli sportelli (per chi abita a Roma)

Potrai recarti, su appuntamento, presso lo sportello del municipio a te più comodo.

Qui trovi una lista aggiornata di sedi, orari di apertura al pubblico e delle modalità a tua disposizione per fissare il tuo appuntamento. Anche se ogni municipio ha le proprie modalità, in generale, potrai prenotare via telefono (chiamando lo 060606) o anche tramite il servizio online TU PASSI (clicca su “Prenota” in alto a destra ed effettua il login, se sei già registrato, inserendo email e password, altrimenti registrati). Successivamente specifica se stai effettuando la prenotazione per te o per altre persone, inserisci nella banda di ricerca “Cerca”, alla tua sinistra, “Roma” o il municipio di tuo interesse e filtra scegliendo “Pubblica Amministrazione”. A questo punto scegli l’ora e il giorno disponibile. Ti arriverà un messaggio all’indirizzo email o al numero di telefono indicato nella fase di registrazione.

Il giorno prefissato ti recherai allo sportello munito di un documento di identità valido, presenterai la tua richiesta e contestualmente ti comunicheranno quando potrai ripresentarti per il ritiro. Solitamente ci vogliono da 1 a 10 giorni lavorativi.

E se volessi prenotare via mail non dimenticare di allegare alla stessa questo modulo compilato in ogni sua parte e un tuo documento di identità.

Nel caso in cui il richiedente sia persona diversa dall’intestatario dell’estratto, occorre compilare anche la parte relativa al delegato, il quale dovrà mostrare, oltre ad un proprio documento di riconoscimento anche quello del delegante.

Ricorda che alcuni Municipi offrono la possibilità di fissare un appuntamento tramite mail. In questo caso, non dimenticarti di allegare alla stessa questo modulo compilato in ogni sua parte e un tuo documento di identità.

3.2. Tramite Pec

Se il decesso della persona è avvenuto a Roma o il defunto vi risiedeva ma tu, in qualità di richiedente, non abiti nella capitale, ti basterà inviare una pec. Vediamo come compilarla: nell’oggetto inserisci il nominativo dell’intestatario dell’estratto, mentre nel corpo della mail basterà riportare la classica dicitura “io sottoscritto/a [nome e cognome], richiedo l’estratto per riassunto di morte intestato a …  [nome e cognome dell’intestatario]. Riporta anche codice fiscale, indirizzo di residenza, luogo e data di nascita e morte.

Ricordati che sarà necessario specificare il motivo della tua richiesta allegando:

la copia fronte-retro del documento di riconoscimento (in corso di validità) tuo e della persona cui è intestato l’estratto  di morte;

– il codice fiscale della persona deceduta.

Fatto questo, indirizza la pec a: certificati.anagrafe@pec.comune.roma.it.

4. Costi, validità e tempi di rilascio

L’estratto di morte, come ogni certificato di Stato Civile, non comporta alcun esborso da parte del richiedente. Viene infatti rilasciato gratuitamente e ha validità illimitata qualunque sia la modalità di richiesta che sceglierai.

Se hai scelto la modalità di richiesta allo sportello, generalmente dovrai ritornare per il ritiro del certificato dopo 10 giorni lavorativi dalla presentazione della tua richiesta. Sarà il funzionario che accoglie la tua richiesta a comunicarti la tempistica per il ritiro.

E anche se opti per l’opzione via pec, il rilascio non sarà contestuale: in questo caso saranno necessari da 30 a 60 giorni lavorativi, per poterlo ricevere per email.

Come avrai potuto leggere, le modalità di richiesta e di ricezione per ottenere un estratto di morte nel Comune di Roma sono davvero semplici. Ma se ti accorgessi di non avere tempo o voglia di gestire questa pratica da solo puoi contattarci, i nostri professionisti prenderanno in carico la tua pratica con piacere.

Inoltre, nel caso in cui tu debba presentare l’estratto di morte all’estero e ti occorra la legalizzazione dello stesso e la relativa traduzione (giurata, certificata o legalizzata), sappi che ci occupiamo anche di questo.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 496 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 496 recensioni
×
js_loader