Attestato di Libera Vendita alla Camera di Commercio di Milano

L’Attestato di Libera Vendita è un documento di notevole importanza e in questa guida troverai indicate tutte le informazioni su come procedere alla richiesta presso la Camera di Commercio di Milano.

Se vuoi delegare un membro del nostro team ti lasciamo i nostri contatti. Possiamo occuparci anche della eventuale legalizzazione in Prefettura  o Camera di Commercio e successiva traduzione legalizzata, certificata o giurata.

1. In cosa consiste

L’Attestato di Libera Vendita è un documento rilasciato dalla Camera di Commercio dove l’impresa richiedente ha la propria sede legale o un’unità locale.

Attraverso di esso, si certifica la libera vendita e commercializzazione dei prodotti sul territorio italiano e dell’Unione europea. Non è un’autorizzazione alla commercializzazione, ma una dimostrazione che il prodotto è già commercializzato nel territorio dell’Unione Europea.

L’Attestato di Libera Vendita non sostituisce le certificazioni rilasciate dal Ministero della Salute riguardo alcune specifiche categorie di prodotti merceologici, tra i quali, ad esempio: dispositivi medici e medico diagnostici in vitro, che richiedono attestazioni di conformità (marcatura CE), prodotti cosmetici, prodotti biocidi (disinfettanti e preservanti e altri prodotti biocidi), presidi medico chirurgici, integratori alimentari, alimenti addizionati, formule lattanti, alimenti senza glutine, latti di crescita, alimenti a fini medici speciali, medicinali (certificazione di prodotto farmaceutico), prodotti e animali sottoposti alla certificazione sanitaria per l’esportazione ed altri prodotti che dovessero ricadere nella competenza di certificazione medico sanitaria o fitosanitaria.

Ne consegue che, se l’Attestato di Libera Vendita fosse richiesto per i prodotti sopra elencati (il cui elenco non si ritiene completo), le Camere di Commercio procederanno solo con l’apposizione di un visto dei poteri di firma sulla dichiarazione di libera vendita resa dall’impresa interessata.

Inoltre, non è consentito richiedere l’Attestato di Libera Vendita per le merci per le quali non è ancora stata emessa alcuna fattura o che non rientrino nell’attività commerciale dell’impresa. 

L’Attestato di Libera Vendita può essere sostituito da una dichiarazione su carta intestata resa dall’impresa con firma del legale rappresentante sulla quale è possibile apporre il visto potere di firma

L’Attestato ha una validità di sei mesi dalla data di rilascio ed è valido per un singolo Stato e, se la richiesta riguarda più Stati, verranno emessi più attestati con un numero diverso di protocollo.

2. Come richiederlo alla Camera di Commercio di Milano

L’Attestato di Libera Vendita presso la CCIAA di Milano deve essere richiesto online attraverso la piattaforma Cert’O.

L’utilizzo di tale piattaforma è consentito previa registrazione al sito registroimprese.it (consulta la guida). Inoltre, bisogna possedere un dispositivo di firma digitale.

Entrato in Cert’O, segui questi passaggi:

– clicca su Crea modello;

– inserisci il numero REA e Provincia oppure il codice fiscale dell’ impresa;

– seleziona come tipologia di pratica “richieste visti autorizzazioni e copie del certificati”;

– clicca su “Avvia compilazione”;

– compila il modulo a due campi (Estremi soggetto richiedente: denominazione impresa; Dettaglio richiesta: Attestato di libera vendita);

– clicca su “Scarica modello base”. Il modello verrà scaricato in automatico nella cartella “Download” del computer (file .xml).  Questo documento dovrà poi essere firmato digitalmente (se utilizzi Chrome, accertati di aver disabilitato il blocco popup per l’url praticacdor.infocamere.it);

– clicca su “Continua”;

– inserisci i dati richiesti e utilizza il tasto “scegli file”. Ora carica il file .xml firmato digitalmente e scaricato in precedenza e clicca su  “Avvia creazione”.

Nella nuova  schermata clicca, in alto a sinistra, su “Allega” e inserisci:

– questo modulo di richiesta (formato Word) debitamente compilato e firmato digitalmente;

– questo schema riepilogativo delle fatture allegate;

– fotocopie di fatture di vendita degli ultimi tre mesi a clienti italiani o comunitari.

Per tutti gli allegati scegli sempre “Attestato libera vendita” come denominazione.

Terminato il caricamento degli allegati, clicca su “Invia pratica” e, nell’ultima schermata, indica il numero “1” nella colonna Visti.

La Camera di Commercio di Milano non rilascia attestati di libera vendita in lingua straniera e non effettua traduzioni. In alternativa alla traduzione giurata, l’impresa richiedente può effettuare una traduzione dell’Attestato di Libera Vendita in inglese, francese o spagnolo, seguendo questo esempio. Ovviamente, dovrà essere scritto nella lingua desiderata e contenere il testo dell’Attestato di Libera Vendita. Inoltre, la traduzione deve essere prodotta in duplice copia e una di esse deve essere depositata in Camera di commercio per il visto poteri di firma, al momento del ritiro dell’attestato in italiano.

3. Modalità di ritiro

Per il ritiro occorre recarsi allo sportello ed è necessario prendere un appuntamento utilizzando i Servizi Online. Scorri la pagina e, dall’elenco, scegli  “Visti e Documenti per l’estero”. Poi, scegli tra le sedi disponibili e, una volta cliccata la sede di tua preferenza, effettua il login cliccando sul tasto “Accedi” (se sei già registrato) o registrati inserendo un tuo indirizzo email e poi, nella pagina che si aprirà, compila i campi obbligatori inserendo nome, cognome, numero di telefono e codice fiscale personale. Digita una password e accetta l’informativa della privacy. Ti arriverà un’email contenente un link da cliccare per completare la registrazione. 

Effettua il login e scegli la data e l’orario disponibili. Clicca “Avanti”, poi su “Conferma” e infine su “Prenota”. Dopo qualche minuto ti arriveranno due email: la prima è riepilogativa dell’appuntamento e la seconda contiene la ricevuta che dovrai mostrare allo sportello assieme ad un tuo documento di riconoscimento in qualità di richiedente. Inoltre, nella seconda email potrai modificare o annullare l’appuntamento.

Inoltre, a Milano è possibile richiedere la consegna a domicilio sull’apposita piattaforma Certiweb. Clicca in alto a destra su “Accedi” (se sei già registrato) o su “Registrati”. Una volta entrato nella pagina dedicata, seleziona dal menù a tendina se sei un privato, azienda o libero professionista. Clicca su “Invia nuova richiesta”, compila tutti i campi obbligatori. Ti arriverà un’email contenente un preventivo e il pagamento dovrà essere effettuato online con carta di credito.

Il documento verrà spedito all’indirizzo richiesto con consegna tramite corriere (massimo tre giorni lavorativi). Ti lasciamo qui una guida a riguardo.

4. Costi

Il costo è di euro 3,00 e il pagamento può essere effettuato:

– attraverso iConto, il conto online gratuito di Infocamere, ricaricabile con bonifico. Il sistema tratterà in automatico dal conto l’importo da pagare;

– online, attraverso il conto “Diritti” di registroimprese.it, ricaricabile con carta di credito;

– con carta di credito, bonifico, PayPal o Satispay al momento dell’invio della pratica, attraverso la piattaforma PagoPA. 

Per le richieste che riguardano meno di venti prodotti, l’Attestato di Libera Vendita viene generalmente rilasciato in tre giorni lavorativi.

Vuoi delegarci? Ecco a te i nostri contatti.

Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader
Valutazione di Google
5.0
Basato su 469 recensioni
×
js_loader